Dalla Valsabbia a Capo Nord, il viaggio di tre giovani in Panda

Durante l'itinerario, che dalla Valsabbia li ha portati alla punta nord più estrema d'Europa si è bucata una gomma e si è guastato l'iniettore. Ma la Panda non ha ceduto

0
I tre giovani a Capo Nord con la Panda - foto da Facebook
I tre giovani a Capo Nord con la Panda - foto da Facebook

Che le Panda siano quasi indistruttibili lo si è sentito dire molte volte.

Ma che una Panda 4×4 con vent’anni di candeline alle spalle potesse ancora percorrere più di 10 mila chilometri è davvero un’impresa che ha del leggendario.

La protagonista in questo caso è la Panda 4×4 che un 23enne di Sabbio Chiese, Ruben Alborali, ha voluto condurre sino a Capo Nord insieme alla fidanzata 24enne Lorenza Pavoni, di Vobarno, e all’amico 20enne Luca Camplani.

Circa 900 i chilometri percorsi ogni giorno dai tre, che sapevano che il viaggio non sarebbe stato solo rose e fiori, anzi. Durante l’itinerario, che dalla Valsabbia li ha portati alla punta nord più estrema d’ si è bucata una gomma e si è guastato l’iniettore. Ma la Panda non ha ceduto.

Toccando Germania, Polonia, Lituania, Lettonia, Estonia, Finlandia e Svezia, e consumando quasi 800 litri di benzina in due settimane, il trio di giovani è giunto sino alla meta, in Norvegia.

Un viaggio bellissimo e una destinazione emozionante, hanno confidato i tre attraverso le pagine di Bresciaoggi, edalle bacheche dei profili Facebook.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome