Ciclabile del Garda, Carzeri con Risatti: accuse del M5S ingiustificate e pretestuose

I grillini avevano chiesto le dimissioni del sindaco di Limone per alcune sue dichiarazioni e per il sostegno dato alla nuova ciclovia gardesana

1
Claudia Carzeri, Forza Italia
Claudia Carzeri, Forza Italia

Il Consigliere regionale di , con una nota inviata pochi minuti fa, difende il sindaco di Limone del Garda Franceschino Risatti “dagli attacchi ingiustificati e pretestuosi del Movimento Cinque Stelle” sulla questione della ciclabile del (il cosidetto anello ).

L’esponente azzurra, in particolare, contesta le affermazioni dei grillini dell’Alto Garda, secondo cui “la pista ciclabile sarebbe un’opera costosa ed inutile”, oltre che pericolosa, e per questo il primo cittadino di Limone – che l’ha avvallata – dovrebbe dimettersi.

Carzeri sottolinea che la nuova ciclabile è “un’opera apprezzata non solo dagli appassionati di ciclismo, ma anche da coloro che amano la natura ed in particolare i territori come il nostro Lago di Garda” e che “in varie occasioni il sindaco Risatti ha saputo valorizzare  non solo il Comune di Limone, ma anche tutto ciò che circondata il lago, creando un valore aggiunto all’economia provinciale e regionale”.

Proprio durante l’inaugurazione avvenuta il 15 luglio, inoltre – evidenzia la rappresentante di Forza Italia – il Ministro Toninelli (esponente del Movimento Cinque Stelle) ha apprezzato la pista ciclabile sollecitando altre istituzioni ad imitare questa brillante iniziativa dichiarando: “Progetto fantastico, avanti con la mobilità dolce”.

Carzeri esprime dunque piena solidarietà al Sindaco di Limone, “considerando anche la passione, la tenacia e la professionalità che ha sempre contraddistinto Franceschino Risatti: sicuramente è in grado di dimostrare agli opportunisti il valore e la positività della pista ciclabile”.

QUI LE FOTO DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA CICLABILE DEL GARDA

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome