Penne e righelli non sicuri, maxi sequestro in un magazzino cinese

Tra il materiale posto sotto sequestro è stata rinvenuta un'enorme quantità di prodotti di cancelleria ad uso scolastico destinati a ragazzi e bambini

0
prodotti per la scuola
prodotti per la scuola

Tre milioni di prodotti “Made in China” sono stati sottoposti a sequestro dalla di Brescia, in un blitz eseguito a Calcinato.

I prodotti sequestrati sono risultati essere privi delle caratteristiche di sicurezza previste dal Codice del Consumo e quindi considerati fuori norma.

Sotto la lente d’ingrandimento delle della Tenenza di Desenzano è finito un magazzino di Calcinato, riconducibile ad un soggetto di nazionalità cinese, e dove sono stati ritrovati numerosissimi prodotti nelle cui confezioni erano assenti sia le istruzioni di corretto utilizzo siale indicazioni in lingua italiana.

Tra il materiale posto sotto sequestro, oltre a piccoli elettrodomestici per la cura della persona e altri oggetti elettronici, è stata rinvenuta un’enorme quantità di prodotti di cancelleria ad uso scolastico, destinati a ragazzi e e pronti per essere venduti proprio in concomitanza con il rientro a .

L’operazione ha portato ad una maxi multa per il titolare della società implicata nel commercio di questi prodotti e alla segnalazione per frode.

La Guardia di Finanza fa sapere che tali attività di controllo sono finalizzate alla tutela dell’economia legale e della salute del consumatore.

«Il periodo attuale che prelude l’avvio dell’anno scolastico, in cui le famiglie fronteggiano le spese per l’acquisto del materiale necessario, è particolarmente delicato atteso che l’acquisto inconsapevole di prodotti non a norma può comportare rischi per la salute e la sicurezza degli studenti, anche a causa della scarsa qualità che li contraddistingue» spiegano le Fiamme gialle in una nota.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome