Grillini contro grandi opere bresciane, anche Cominardi dice no a Tav e autostrada

Dopo Vito Crimi, anche il sottosegretario di stato al ministero del lavoro, interviene nel dibattito sulle infrastrutture bresciane

0
Il deputato del Movimento 5 Stelle Claudio Cominardi
Il deputato del Movimento 5 Stelle Claudio Cominardi

“E’ necessario rivedere i progetti obsoleti e realizzare solo le opere necessarie: NO alla , all’ e al mega depuratore di Visano”. Dopo , anche il deputato bresciano e sottosegretario di stato al ministero del lavoro (M5S), interviene con diversi “no” nel dibattito sulle infrastrutture bresciane.

“Le infrastrutture – ha dettto – sono fondamentali per dare la possibilità alle imprese di essere competitive e ora, nell’era digitale, non possiamo limitarci a progetti di trenta anni fa ormai inutili e inutilizzabili, che creano disagi ai cittadini ed imprese arricchendo solo i grandi vincitori degli appalti e le amministrazioni vicine. Il nostro paese necessita più che mai di manutenzioni e di infrastrutture immateriali per rendere il lavoro più sicuro ed efficiente. La gestione delle infrastrutture del passato, strade, autostrade, acquedotti e depuratori è sta svenduta ai privati: dobbiamo riappropriarcene. In questo senso sarà fondamentale il referendum sull’acqua pubblica che il 18 novembre permetterà di restituire ai cittadini il bene più prezioso.”

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome