Autostrada Valtrompia, interrogazione in Regione: tutelare gli interessi della valle

Il consigliere regionale di Fi ha presentato un’interrogazione alla giunta regionale "per tutelare gli interessi economici e produttivi degli abitanti"

0
Claudia Carzeri, Forza Italia
Claudia Carzeri, Forza Italia

“Dopo oltre 50 anni di progettazione rallentata da ricorsi e controricorsi giudiziari, crediamo che i tempi siano maturi per realizzare il tratto Concesio – Sarezzo (6,7 chilometri) del raccordo autostradale della Valtrompia”.

A dirlo, con una nota, è il consigliere regionale (Fi), che assieme ad esponenti di altri gruppi politici ha presentato un’interrogazione alla giunta regionale e all’assessore competente Terzi sull’autostrada della Valtrompia “per tutelare gli interessi economici e produttivi degli abitanti”.

“Dispiace – attacca Carzeri – che a remare contro siano esponenti di spicco del Movimento 5Stelle come Vito Crimi, che ha definito il progetto un’opera costosa e inutile. Da queste parole si evince la totale inesperienza amministrativa del parlamentare M5S: se avesse fatto più gavetta sul territorio, Crimi si renderebbe conto dell’importanza di questa infrastruttura, e non emetterebbe sentenze in maniera affrettata.

La Valtrompia – prosegue Carzeri – è un distretto strategico del tessuto produttivo lombardo (con le imprese locali che investiranno 380 milioni di euro da qui al 2020) e l’autostrada gioca un ruolo decisivo per la competitività del territorio. Crediamo quindi che derubricare il progetto a semplice “raccordo autostradale” (con una sola corsia e una galleria unica) non soddisfi nessuno dei soggetti che da tempo hanno dedicato energie alla realizzazione di un’opera ben più ambiziosa e funzionale.

Ora, tra il costo totale dell’opera (195 milioni) e il budget complessivo (258 milioni), vi sono circa 60 milioni di euro di cui una parte potrebbe consentire la realizzazione di un progetto che preveda la doppia corsia. Per questo chiediamo a Regione Lombardia di intervenire per la maggior tutela della Valtrompia e del suo grande distretto industriale, chiedendo ad Anas di prevedere nel progetto esecutivo la realizzazione della seconda corsia (aggiungendo un secondo “step” nel caso in cui il primo preveda una corsia unica per senso di marcia). Solo in questo modo – conclude l’esponente azzurra – saranno tutelati gli interessi economico – produttivi degli abitanti, che hanno bisogno di certezze per investire in maniera serena e contribuire alla ricchezza del nostro territorio”.

++ AGGIORNAMENTO DELL’11 SETTEMBRE 2018 ++

L’interrogazione è stata discussa nella scorsa seduta di consiglio. Anche l’Assessore Terzi ha sottolineato, nella sua risposta, l’importanza della realizzazione dell’infrastruttura di cui si parla ormai da troppi anni precisando che ‘’ Regione Lombardia è attenta e consapevole del rilievo e degli effetti positivi che quest’opera apporterebbe al tessuto produttivo valtriumplino . Ora si è in attesa di un riscontro operativo di ANAS che ci auguriamo possa arrivare nel più breve tempo possibile, e che veda la realizzazione di un progetto che sia rispondente alle esigenze reali del territorio .’’

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome