Emergenza polmonite, nessuno stop per le scuole

L'Ats invita a continuare con le precauzioni già raccomandate per l'uso dell'acqua sia nelle abitazioni che nelle scuole

0
Il nuovo prefetto di Brescia Annunziato Varde
Il nuovo prefetto di Brescia Annunziato Varde

Con l’attuazione di alcune precauzioni, le scuole potranno tranquillamente dare avvio all’anno scolastico.

La decisione giunge dopo un incontro interistituzionale che il di Brescia, Annunziato Vardè, ha presieduto nel pomeriggio di ieri per fare il punto sull’esito delle iniziative avviate per fare luce sulla crescita improvvisa di polmoniti nella Bassa Bresciana.

All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, anche l’ regionale al Welfare, il Direttore generale dell’ di Brescia, il di Brescia, il Comandante provinciale dei di Brescia, il Comandante del di Brescia, i delegati dell’, e i rappresentanti dei comuni di Acquafredda, Calvisano, Carpenedolo, Ghedi, Isorella, Montichiari, Montirone, Remedello e Visano.

Al momento sono in corso approfondite indagini epidemiologiche per accertare la causa della diffusione dei casi di . Sarà necessario, però, attendere fino a lunedì per avere i risultati sui 111 campioni prelevati.

Intanto l’Ats invita a continuare con le precauzioni già raccomandate per l’uso dell’acqua sia nelle abitazioni che nelle scuole. Si è infatti ipotizzato che la trasmissione dell’infezione possa essere avvenuta attraverso la nebulizzazione dell’acqua.

Mantenendo tali precauzioni le scuole potranno tranquillamente dare avvio alle normali attività.

In ogni caso, l’Assessorato regionale e l’Ats trasmetteranno aggiornamenti quotidiani sulla situazione, che negli ultimi giorni ha visto diminuire i casi accertati. 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome