Champions, l’An Brescia batte anche l’Enka Instanbul

Anche nella seconda giornata della tappa romena di qualificazione alla Champions League, pochi problemi per la compagine bresciana

0
An pallanuoto Brescia, foto d'archivio
An pallanuoto Brescia, foto d'archivio

Anche nella seconda giornata della tappa romena di qualificazione alla Champions League, pochi problemi per l’An Brescia: contro l’Enka Sport Istanbul, Presciutti e compagni s’impongono con un netto 12 a 3 (3-1, 3-1, 3-1, 3-0, i parziali), risultato che mette una grossa ipoteca sulla prima posizione del raggruppamento, principale obiettivo di questo avvio stagionale. Dunque, dopo la larga vittoria su Strasburgo, la squadra di Sandro Bovo non si distrae, gioca con buona attenzione per tutti e quattro i periodi, lasciando le briciole all’Enka, compagine giovane, certamente non di prima fascia ma comunque schierata con elementi di grande esperienza e qualità come il centroboa greco, Kolomvos, e il difensore croato, Buric. An in acqua con tutti i tredici (Morretti in porta nei primi due tempi e il giovane Garozzo a dare il suo contributo), per una prestazione solida pur con qualche imprecisione, in particolare nelle superiorità numeriche (4 su 12, il dato); errori, in ogni caso, da mettere in conto vista la scarsa preparazione fin qui effettuata. In una impostazione di gioco che, azione su azione, viene sempre meglio definita, spiccano i soli tre gol al passivo e l’1 su 8 in inferiorità. Non c’è che dire, da Oradea, segnali ancora positivi e domattina (alle 11.30, ora italiana) la chiusura del girone contro i padroni di casa, appuntamento che si presenta con il più alto coefficiente di difficoltà.

«Pur tenendo conto del livello basso dell’impegno – dichiara il vice presidente, Alessandro Morandini, al seguito della squadra -, sono soddisfatto del rendimento: rispetto alla gara con Strasburgo, oggi siamo stati più costanti, senza cali di tensione, e questo significa che si migliora da un giorno con l’altro, e non è male visto che siamo solo all’inizio della stagione. Certo, qualche sbavatura c’è stata, ma direi proprio che ci può stare, la concentrazione è stata buona e questo è importante perché occorre iniziare a mettere a punto le intese di gioco, anche in partite piuttosto abbordabili come queste».

«Così come ieri – commenta Valentino Gallo, oggi a segno due volte -, non possiamo considerare il match come test probante, il potenziale dell’Enka è ben inferiore rispetto al nostro; però, era importante tirar fuori la giusta attenzione per provare e riprovare gli schemi e mi pare che la squadra, sotto questo aspetto, abbia fatto pienamente il suo dovere. Gli errori ci sono stati, l’uomo in più è stata la fase peggiore della performance odierna, ma, per ora, va bene così. Fin da domani, vedremo di limare sbagli e sviste, vogliamo assolutamente migliorare partita dopo partita. Per quel che riguarda la mia prova, sono molto contento, mi trovo bene, siamo un bel gruppo, con grandi qualità, pensando anche a tutto lo staff, ed è sempre un piacere giocare dove ci sono armonia e potenziale di alto livello».

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome