Rapinò una massaggiatrice cinese: dopo sette anni finisce in carcere

Nel 2011, l'uomo si eraa finto un normale cliente, quindi le aveva puntato un paio di forbici alla gola e le aveva intimato di consegnargli denaro e preziosi

0
Coltello puntato alla gola, foto generica
Coltello puntato alla gola, foto generica

Dai fatti sono passati ben sette anni, ma giustizia è finalmente fatta. Un bresciano di 55enne, infatti, è stato arrestato nelle scorse ore su ordine del tribunale di Brescia per scontare i tre anni di a cui è stato condannato per rapina.

Il 29 maggio 2011, l’uomo si era presentato in un appartamento di via Rose di Sotto fingendosi un normale cliente, quindi le aveva puntato un oggetto appuntito – forse un  paio di forbici – alla gola e le aveva intimato di consegnargli denaro e preziosi. Il bottino del colpo era stato di due telefoni, un computer, una collana d’oro e 200 euro in contanti. Ma i carabinieri non ci avevano messo molto ad arrivare a lui. A seguire la prima condanna e le seguenti, fino all’ultimo grado di giudizio. Ora il 55enne si trova nel carcere (già ).

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome