Violati siti web e domini della Nasa, l’hacker è un 25enne di Salò

A seguito delle indagini, la Procura di Brescia ha disposto nei suoi confronti una perquisizione informatica, che è stata eseguita dalla Polizia Postale e delle comunicazioni

0
Attacco hacker
Attacco hacker

È stato ritenuto responsabile della violazione di siti istituzionali e di otto domini collegati alla Nasa (National Aeronautics and Space Administration).

Un 25enne di Salò è finito nei guai dopo aver violato una sessantina di siti internet e una decina di domini legati alla Nasa e dopo esserne vantato sui social network.

Il giovane fa parte del “Master Italian Hackers Team”, comunità conosciuta per i molti attacchi a diversi siti istituzionali e per le violazioni ai sistemi di sicurezza della Nasa, che gli hanno valso un’ampia popolarità internazionale.

A indagare sulle gesta del gruppo anche il CNAPIC1, che anche in questo caso ha avviato un’indagine nei confronti del 25enne di Salò.

A seguito delle indagini, la di Brescia ha disposto nei suoi confronti una perquisizione informatica, che è stata eseguita dalla e delle comunicazioni.

La perquisizione ha condotto al sequestro di alcuni dipositivi informatici e all’emergere di prove inconfutabili della colpevolezza del giovane hacker, che però ha già ammesso la propria responsabilità.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome