A Lonato cinque nuovi parchi gioco inclusivi

Il municipio lonatese è infatti arrivato sesto in graduatoria nel bando per “Parchi gioco inclusivi” destinato ai comuni tra 10mila e i 30mila abitanti

0
Un'altalena - foto da ufficio stampa
Un'altalena - foto da ufficio stampa

Il Comune di Lonato del Garda si aggiudica un nuovo contributo a fondo perduto dalla per la creazione o sistemazione di “ gioco inclusivi”.

Il municipio lonatese è infatti arrivato sesto in graduatoria nel bando per “Parchi gioco inclusivi” destinato ai comuni tra 10mila e i 30mila abitanti. Quindi riceverà un contributo di 25mila euro per opere e lavori di adeguamento di aree gioco comunali per favorire la fruibilità dei minori con disabilità. Il progetto è già pronto e sarà completato nei prossimi due mesi, grazie all’impegno dell’Assessorato ai lavori pubblici, per interessamento dei consiglieri incaricati Oscar Papa (per i lavori pubblici) e Ferruccio Scarpella (incaricato per i parchi e il decoro urbano).

Il sindaco di Lonato del Garda esprime soddisfazione per il risultato: «Ci impegneremo a realizzare il progetto – afferma Roberto Tardani –, come presentato alla regione. La nostra amministrazione crede fortemente in questo intervento, per permettere a tutti i bambini di socializzare e divertirsi, infatti avevamo già stanziato 70mila euro per metterlo in atto. Ora 25mila saranno coperti da contributo regionale con un risparmio di risorse per le casse comunali».

La gara d’appalto si è già conclusa e presto saranno installati nei cinque parchi lonatesi giochi inclusivi, “senza barriere”, accessibili a tutti i bambini, anche ai più piccoli e ai diversamente abili. Altalene con appositi seggiolini e piastre per le carrozzine, giostre girevoli, giochi a molla e strutture idonee in alluminio, materiale scelto perché più resistente del legno all’usura e alle intemperie. Tutti i giochi saranno fissati su tappeti anticaduta, per divertirsi in completa sicurezza.

Le aree verdi interessate, che diventeranno a tutti gli effetti “parchi gioco inclusivi” sono: il parco G.Papa in località Pozze, il nuovo parco di Sedena (creato in seguito alla lottizzazione “La Sorgiva”), i parchi di Lonato due, Centenaro e la nuova area verde di Malocco, dove c’è già una piastra per la pallacanestro ma mancavano i giochi per i più piccoli.

«I nuovi giochi – spiega il consigliere incaricato ai Lavori pubblici Oscar Papa – saranno installati entro fine novembre e andranno a sostituire i vecchi. Abbiamo chiesto il contributo regionale, ma nel frattempo ci eravamo portati avanti e abbiamo già provveduto all’acquisto presso la ditta incaricata tramite gara d’appalto. Siamo contenti che entro fine anno potremo riuscire a rispondere a un’esigenza della cittadinanza, che da tempo chiedeva nuovi giochi per bambini, sistemati, potenziati e soprattutto inclusivi, pensando così ai portatori di disabilità ma anche ai più piccoli».

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome