Festa dell’unità nazionale e delle forze armate, ecco il programma a Brescia

Come ogni anno, la prefettura e le istituzioni bresciane hanno definito un ricco programma di iniziative. Di seguito il dettaglio degli eventi della giornata

2
Bandiera italiana, foto generica
Bandiera italiana, foto generica

Il 4 novembre ricorre il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate. Per celebrarlo, come ogni anno, la e le istituzioni bresciane hanno definito un ricco programma di iniziative. Di seguito il dettaglio degli della giornata.

4 NOVEMBRE A BRESCIA, IL PROGRAMMA COMPLETO

09:40   Arrivo dei partecipanti in Corso Martiri della Libertà (angolo Via Moretto);

10:00   Inizio Corteo (Corso Martiri, Via Porcellaga, Piazza Vittoria);

10:10   Piazza Vittoria, deposizione corona al “Masso dell’Adamello”;

10:25   Il Corteo raggiunge Piazza della Loggia percorrendo Via XXIV Maggio;

10:28   Introduzione alla cerimonia;

10:30   Inizio della cerimonia statica. Ingresso del Medagliere dell’Istituto del Nastro Azzurro e dei Labari e Medaglieri delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma;

10:32   Ingresso del Gonfalone della Provincia di Brescia;

10:33   Ingresso del Gonfalone della Città di Brescia decorato di M.A.V.M. accompagnato dai Gonfaloni dei Comuni della Provincia di Brescia intervenuti;

10:35   Onori alla Bandiera di Guerra del 6° Stormo dell’Aeronautica Militare;

10:36   Onori al Prefetto della Provincia di Brescia che passerà in rassegna lo schieramento accompagnato dal Comandante del Centro Documentale dell’Esercito;

10:40   Alzabandiera solenne;

10:42   Resa degli onori ai Caduti con deposizione delle corone istituzionali;

10.52   Il Prefetto consegna ai familiari di tre ex-combattenti della 1^ guerra mondiale i     Diplomi ricordo del centenario,  pervenuti dal Consiglio Direttivo Centrale a firma           del Presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci;

11.02   Viene data lettura del messaggio augurale del Presidente Provinciale          dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci;

11.04   Viene data lettura del messaggio augurale     del Presidente della Repubblica;

11.06   Il Presidente della Federazione Provinciale dell’Istituto del Nastro Azzurro dà lettura di una motivazione di Medaglia d’Oro al Valor Militare;

11.08   Intervento del Sindaco del Comune di Brescia;

11.12   Intervento del Comandante del Centro Documentale dell’Esercito;

11.16   Intervento del Prefetto della Provincia di Brescia;

11.20   Onori alla Bandiera di Guerra dell’Aeronautica Militare, che lascia lo schieramento;

11.21   Onori al Prefetto della Provincia di Brescia che lascia la zona della cerimonia accompagnato dal Comandante del Centro Documentale dell’Esercito;

11.22   Il Gonfalone del Comune di Brescia lascia lo schieramento, accompagnato dai Gonfaloni dei Comuni intervenuti;

11.24   Il Gonfalone della Provincia di Brescia lascia lo schieramento;

11.25   Il Medagliere dell’Istituto del Nastro Azzurro ed i Labari e Medaglieri delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, lasciano lo schieramento. Termine della cerimonia.

Composizione del corteo da Corso Martiri della Libertà a Piazza della Vittoria

Corpo Musicale;
Appartenenti all’Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza ed Infermiere Volontarie della C.R.I. ausiliarie delle FF.AA. in uniforme storica;
Rappresentanti delle Associazioni d’Arma con uniformi storiche;
Labari, Medaglieri e Gagliardetti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma;
Gonfalone del Comune e della Provincia seguiti dai Gonfaloni degli altri Comuni in ordine alfabetico;
Autorità civili e militari;
Cittadini che partecipano alla cerimonia;

CERIMONIA IN FORMA RIDOTTA PER CONDIZIONI METEO AVVERSE

In caso di condizioni meteorologiche avverse, il corteo e la deposizione della corona al “Masso dell’Adamello” procederà come da programma.

Per la cerimonia statica, su ordine dell’Ufficiale Responsabile del cerimoniale i partecipanti prenderanno posizione sotto il loggiato di Palazzo Loggia secondo le indicazioni del Sottufficiale addetto al coordinamento della cerimonia.

Non verranno resi gli onori ai Gonfaloni del Comune e della Provincia ed ai Labari e Medaglieri delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma che prenderanno posizione a termine del corteo proveniente da Piazza Vittoria.

Sequenza cerimonia in forma ridotta:

–      Resa degli onori alla Bandiera di Guerra del 6° Stormo;

–      Resa degli onori al Prefetto che passerà in rassegna lo schieramento;

–      Deposizione delle corone;

–      Consegna dei Diplomi;

–      Lettura dei messaggi augurali;

–      Interventi delle Autorità;

–      Resa degli onori finali alla Bandiera di Guerra del 6° Stormo;

–      Resa degli onori finali al Prefetto.

Comments

comments

2 Commenti

  1. Perchè, invece e finalmete, non trasformiamo questo giorno in giornata del ricordo di tutti i caduti a causa dello stato? Dopotutto le guerre ce le hanno imposte e a morire sono andati per obbligo, non per scelta. E, in particolare, questa guerra è stata una carneficina inutile di moltissimi giovani, sia italiani che austroungarici, tutti, naturalmente, sullo stesso piano….

    • Sono d’accordo. Milioni e milioni di morti solo perchè la guerra era vista dagli Stati come l’unica soluzione ad atavici problemi sociali ed economici. Eppure anche oggi, alle cosiddette celebrazioni locali, sono presenti “bandiere di guerra” ed “associazioni combattentistiche”. Smettiamola, siamo nel terzo millennio.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome