Folle fuga con figlia a bordo, pusher ricercato arrestato un anno dopo: era al bar

Ora per lui si sono aperte le porte del carcere: le accuse sono quelle di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti e di resistenza a pubblico ufficiale

0
Carabinieri
Carabinieri

Un 40enne di origine marocchina stato arrestato dopo oltre un anno di ricerche: si trovava in un bar di Calcio, nella Bergamasca, e stava bevendo tranquillamente un caffè.

L’uomo – l’8 maggio dello scorso anno – era stato destinatario di un ordine di custodia cautelare per il reato di . E non solo. Il 27 gennaio del 2017, infatti, è stato notato dai mentre viaggiava contromano – e a forte velocità – nel centro di Orzinuovi, insieme alla moglie e alla figlioletta.

Invece di fermarsi all’alt, però, il marocchino si è dato alla fuga: l’inseguimento è durato fino al territorio di Calcio, dove la sua Ford Fiesta si è schiantata contro la parete di un condominio. L’uomo, quindi, è sceso repentinamente dall’auto ed è fuggito a piedi per i campi, lanciando una dose di cocaina. In auto ha lasciato moglie e figlia, per fortuna illese, e altra droga in modica quantità.

Ora – secondo quanto riferisce – per lui si sono aperte le porte del carcere: le accuse sono quelle di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti e di resistenza a pubblico ufficiale.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome