Desenzano del Garda, il Tar boccia lo scaccia-piccioni sonoro

Un residente aveva installato tre altoparlanti che, con intervalli regolari di 15 minuti, trasmettevano continuamente il verso di alcuni predatori al fine di allontanare i volatili

0
Piccioni, foto generica
Piccioni, foto generica

E’ finita con la vittoria del Comune la battaglia legale di Desenzano del Garda contro un cittadino che aveva deciso di adottare un singolare rimedio per contrastare la presenza dei sulla sua proprietà.

L’uomo, infatti, aveva installato tre altoparlanti che, con intervalli regolari di 15 minuti, trasmettevano continuamente il verso di alcuni predatori dei piccioni (acquila reale, falco, poiana e altri) al fine di allontanare i volatili.

Le proteste dei residenti avevano quindi spinto l’amministrazione a mettere a tacere il sistema anti-piccioni, ma il proprietario aveva impugnato il provvedimento davanti al . I giudici hanno respinto il suo ricorso con la motivazione che si tratta di un dissuasore sostanzialmente inefficace, perché gli animali – col passare del tempo – si abituano alle riproduzioni sonore: meglio di quanto riescano a fare i vicini di casa…

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome