Premio Pastori, ecco in esclusiva i vincitori: in cantina trionfa il vino bio di Lazzari

Lazzari, titolare dell'omonima cantina di Capriano del Colle nata nel 1980, è stato premiato per aver "voluto rendere sempre più sostenibile la produzione"

1
Davide Lazzari, dell'omonima azienda agricola di Capriano del Colle
Davide Lazzari, dell'omonima azienda agricola di Capriano del Colle

La premiazione si terrà sabato 10 novembre all’auditorium San Barnaba di Brescia, in corso Magenta, con una cerimonia che prenderà il via alle 9.30 e proseguirà con un dibattito moderato dal giornalista . Ma BsNews.it – in esclusiva – può anticipare ai suoi lettori il nome del vincitore e di tutti i premiati.

E’ il giovane il vincitore dell’edizione 2018 del Premio Pastori, nella categoria Produttori. Lazzari, titolare con la famiglia dell’omonima cantina di Capriano del Colle nata nel 1980, è stato premiato per aver “voluto rendere sempre più sostenibile la produzione: da un parte valorizzando le proprietà dei terreni attraverso tecniche agronomiche come la lotta agli insetti con la confusione sessuale; dall’altra recuperando le antiche varietà locali dimenticate o in via di estinzione”. “Inoltre – si legge nelle motivzioni – da una decina di anni, sta lavorando al recupero di una varietà autoctona del Monte Netto riscoperta quasi per caso”. Lazzari è inoltre il produttore certificato biologico per i vini “Fausto” e Berzamì”

Gli altri premiati saranno il docente Marino Lorenzi, che dal 1989 lavora all’Iis “V. Dandolo” di Bargnano come docente tecnico-pratico e responsabile dell’azienda agraria. Lorenzi riceverà il riconoscimento per il suo impegno quotidiano a scuola e per le numerose iniziative di valenza didattica che promuove (censimenti comunali del verde, realizzazione di orti botanici ed altri interventi di riqualificazione di aree a verde in plessi scolastici ed enti territoriali).

Infine, lo studente migliore è il giovane Giordano Uberti, iscritto per l’anno accademico 2018/2019 alla facoltà di agraria dell’Università di Padova. “Lo studente – si legge nelle motivazioni – ha frequentato assiduamente le lezioni dimostrando ottime capacità; la partecipazione al dialogo educativo è stata attiva e proficua, l’impegno responsabile anche in attività extracurricolari e progetti d’Istituto a cui ha dato un buon contributo; la preparazione appare solida e molto motivata soprattutto nelle materie d’indirizzo e scientifiche”.

Nell’ambito della stessa cerimonia premierà con borse di studio da mille euro tre studenti meritevoli, neo diplomati presso uno degli Istituti Tecnico Professionali Agrari della Provincia di Brescia ed iscritti ad una Facoltà di Indirizzo Agrario, selezionati dalla Fondazione Istituzioni Agrarie Raggruppate Onlus. Altre borse di studio saranno assegnate da , , Cast Alimenti, Brescia Mercato e Gardalatte.

Davide Lazzari, dell'omonima azienda agricola di Capriano del Colle
Davide Lazzari, dell’omonima azienda agricola di Capriano del Colle

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome