Sicurezza stradale, Brescia tra le sedi nazionali per i lavori di pubblica utilità

Brescia è tra le 8 sedi nazionali per l’attuazione della messa alla prova per adulti, oggetto di convenzione tra il Ministero della Giustizia e l’Associazione Familiari e Vittime della Strada Onlus

0
Vittorio Ferraresi e Giacinto Picozza
Vittorio Ferraresi e Giacinto Picozza

Brescia è tra le 8 città italiane scelte dall’Associazione Familiari e Vittime della Strada – basta sangue sulle strade ONLUS, presso cui è possibile svolgere lavori di pubblica utilità ai fini della “messa alla prova”, oggetto di una convenzione sottoscritta lo scorso 5 novembre, presso la Sala Livatino del Ministero della , dal Sottosegretario Vittorio Ferraresi e Giacinto Picozza, presidente dell’”Associazione, alla presenza delle più alte autorità del Ministero.

Otto le sedi locali dislocate su tutto il territorio nazionale e ventotto i posti totali, tre dei quali disponibili presso la sede bresciana in via Cipro n.1.

Gli imputati adulti ammessi alla sospensione del procedimento con messa alla prova potranno svolgere attività lavorativa gratuita nell’ambito della promozione della stradale, di concerto con l’UEPE di Brescia, Ufficio per l’Esecuzione Penale Esterna.

Si tratta di occupazioni che consentiranno all’imputato una concreta responsabilizzazione rispetto alle conseguenze derivanti dai reati oggetto dell’imputazione, ossia inerenti alla circolazione stradale.

“Credo moltissimo nella ‘messa alla prova’ – ha dichiarato il Sottosegretario Ferraresi – che permette di riparare un danno con un risarcimento che quantifica un pentimento reale. È un istituto che va ampliato e rafforzato”.

Gli fa eco il Presidente Picozza che ha dichiarato: “Si apre un capitolo molto importante per l’Associazione che rappresento. Grazie all’istituto della messa alla prova per adulti, gli autori di reato per violazione del codice della strada svolgeranno lavori di pubblica utilità presso la nostra Associazione. È stata scelta Brescia poiché risulta essere una provincia ad alta incidentalità e con numeri importanti riguardo ai reati legati alla circolazione stradale, come la guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di stupefacenti. Vogliamo così contribuire al recupero degli imputati, perché fermamente convinti che tale strumento sia di reale efficacia deterrente, come dimostrano i dati ufficiali sul tasso di recidiva”.

Coloro che volessero ricevere informazioni per aderire al programma di messa alla prova possono contattare la sede di Brescia dell’Associazione al numero 030.535.7371 oppure scrivere una mail all’indirizzo [email protected]

La Referente per i Progetti di messa alla prova per la sede di Brescia è Annamaria Colosini.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet www.associazionevittimedellastrada.org

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome