Omicidio di Manuela, l’autopsia conferma: le è stata tagliata la gola

Secondo quanto riportato nella relazione del medico legale, il colpo inferto a Manuela le avrebbe causato la recisione della carotide e il conseguente dissanguamento

0
Manuela Bailo
Manuela Bailo

La ricostruzione dei fatti sull’omicidio della 35enne Manuela Bailo avanzata dalla di Brescia è stata confermata dalla relazione presentata dal medico legale a seguito dell’ eseguita sul suo corpo.

Non vi è più alcun dubbio quindi: la donna è morta dissanguata dopo essere stata colpita alla gola con una lama.

La 35enne di Nave è morta la notte del 28 luglio, uccisa da Fabrizio Pasini, suo ex amante e collega della Uil, sposato e padre di due figli, che ora è in carcere.

Secondo quanto riportato nella relazione del medico legale, il colpo inferto a Manuela le avrebbe causato la recisione della carotide e il conseguente dissanguamento. Non potrebbe invece essere stata la caduta dalle scale – come ha sempre sostenuto Pasini – la causa della morte della giovane.

Il ritrovamento del corpo era avvenuto solo diversi giorni dopo, in un casolare in provincia di Cremona.

Intanto, mentre i Ris di Parma portano avanti alcuni accertamenti, il sostituto procuratore Francesco Milanesi ha dissequestrato l’abitazione della mamma di Pasini a Ospitaletto, dove è avvenuto il delitto e la Procura ha chiesto alla Apple di poter accedere allo smartphone di

A questo link il delitto di Manuela Bailo e i giorni successivi ricostruiti passo per passo.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome