Treni, Girelli (Pd) alla Regione: renda pubblico il piano dei tagli

l Pd ritorna sui tagli annunciati da Regione Lombardia con Trenord e oggi, nel corso della seduta di Consiglio, ha presentato una nuova mozione urgente

0
Un treno Vivalto di Trenord, foto da ufficio stampa
Un treno Vivalto di Trenord, foto da ufficio stampa

Il ritorna sui tagli annunciati da con e oggi, nel corso della seduta di Consiglio, ha presentato una nuova mozione urgente all’indirizzo della Giunta Fontana.

“Il dispositivo è molto semplice – spiega il consigliere Gian Antonio Girelli – la Giunta, prima della pubblicazione degli orari dei invernali, renda pubblico il piano emergenziale condiviso da Trenord con i dettagli, ovvero tempistiche di attuazione, modalità di affidamento del servizio relativo agli autobus sostitutivi e, nel caso specifico della Carnate-Usmate-Seregno, non dismetta la linea”.

“Una richiesta sollecitata anche da numerosi comitati di pendolari che in questi giorni, disorientati dalle notizie apparse a mezzo stampa e mai smentite, chiedono chiarezza – aggiunge Girelli – Infatti nelle indiscrezioni pubblicate, i tagli riguarderebbero più 350 treni e la sostituzione sarebbe prevista solo per la metà di questi. Se fosse vero, ne subirebbero le spiacevoli conseguenze più di 24mila utenti”.

“Da quel che si sente e si legge, sembrerebbe un piano che promette solo ulteriori disagi anche per le linee già disastrate della Lombardia orientale – aggiunge il consigliere – sulla Bergamo-Brescia, per esempio, è prevista la soppressione totale di tutte le corse sulla Rovato-Bornato e ancora peggiore si preannuncia la situazione sulla Brescia-Parma, dove è prevista la soppressione di otto corse sulla Brescia-Piadena”

“Per rispetto e correttezza, sarebbe più utile informare i pendolari convocando urgentemente i quadranti e non facendo trapelare qua e là notizie poco chiare” conclude Girelli.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome