Assolto il conte 93enne: catturava uccelli, ma solo per studiarli

L'uomo, infatti - nell'interrogatorio - ha spiegato che i volatili venivano catturati non per cucinarli e tanto meno per venderli, ma semplicemente per studiarli, liberandoli poi per restituirli al loro habitat

0
Un esemplare di pettirosso, foto generica
Un esemplare di pettirosso, foto generica

Il conte Piero Catturich Ducco, di Camignone di Passirano, è stato assolto – con formula piena – dall’accusa di catturare illegalmente uccelli. A deciderlo, confermando la richiesta del pm, sono stati i giudici del Tribunale di Brescia, che hanno creduto alla versione fornita dall’arzillo 93enne.

L’uomo, infatti – nell’interrogatorio – ha spiegato che i volatili venivano catturati non per cucinarli e tanto meno per venderli, ma semplicemente per studiarli, liberandoli poi per restituirli al loro habitat. I magistrati hanno confermato. E non era la prima volta che un tribunale si pronunciava sull’attività del conte: anche in quell caso i giudici avevano deciso che non si trattava di uccellagione.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome