Regione, si discute di telecamere negli asili e di taglio dei vitalizi

Doppia seduta di Consiglio regionale quella convocata dal Presidente Alessandro Fermi per la prossima settimana nei giorni martedì 27 e mercoledì 28

0
Consiglio Regione Lombardia
Consiglio Regione Lombardia

Doppia seduta di quella convocata dal Presidente Alessandro Fermi per la prossima settimana nei giorni martedì 27 e mercoledì 28 novembre, con inizio dei lavori alle ore 10 e conclusione alle ore 19.

Al primo punto all’ordine del giorno il progetto di legge (relatrice , ) per incentivare l’installazione di telecamere all’interno degli asili nido della Lombardia. Prevenzione e formazione gli obiettivi principali del provvedimento, che intende mettere in campo una serie di azioni finalizzate a individuare precocemente eventuali segnali di disagio nei minori presenti in queste strutture, anche mediante il supporto di specifiche campagne informative di sensibilizzazione e percorsi formativi mirati per gli operatori. Il progetto di legge prevede l’erogazione di contributi per favorire l’installazione su base volontaria di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, all’interno dei nidi e micronidi, i cui dati di rilevazione dovranno essere disponibili esclusivamente per l’autorità giudiziaria.
I lavori del Consiglio regionale proseguiranno quindi con la discussione del progetto di legge (relatore il Consigliere Segretario Dario Violi, M5Stelle) che conferma anche per i prossimi cinque anni il taglio del 10% introdotto nella scorsa legislatura sui vecchi vitalizi maturati dagli ex Consiglieri regionali, con un risparmio annuo quantificabile in circa 700mila euro. A quattro anni dall’entrata in vigore della legge regionale n.25 del 2014 che introduceva “interventi per la riduzione dei costi della politica, il contenimento della spesa pubblica e la tutela delle finanze regionali” e modificava la normativa sull’assegno vitalizio, con questo provvedimento vengono così prorogate di altri cinque anni le disposizioni attualmente previste fino al 31 dicembre 2018. Tali disposizioni avevano introdotto la riduzione degli importi lordi mensili degli assegni vitalizi in godimento, applicata con criteri di progressività e in base alle diverse soglie di reddito. Va ricordato che gli istituti dell’assegno vitalizio e dell’indennità di fine mandato sono stati abrogati dalla legge regionale n.21 del 2011 e pertanto già dalla legislatura precedente i Consiglieri regionali eletti non ricevono più alcun vitalizio.

A seguire il progetto di legge e la relativa proposta di atto amministrativo inerenti l’incorporazione del Comune di Ca’ d’Andrea nel Comune di Torre de’ Picenardi in provincia di Cremona (relatore Alex Galizzi, Lega) e il progetto di legge e la relativa proposta di atto amministrativo inerenti l’istituzione del nuovo Comune di Solbiate con Cagno in seguito alla fusione dei Comuni di Solbiate e Cagno in provincia di Como (relatrice Gigliola Spelzini, Lega).
L’ordine del giorno prevede quindi l’approvazione della legge di revisione normativa e di semplificazione 2018 di cui è relatrice la Consigliera Francesca Ceruti (Lega) e il provvedimento che istituisce il Garante regionale per la tutela delle vittime di reato (relatrice Viviana Beccalossi, Gruppo Misto). Quest’ultimo provvedimento prevede che il Garante possa offrire assistenza gratuita ai cittadini vittime di reati per fornire loro informazioni sui tempi e i modi per presentare denuncia e querela e per ricevere assistenza psicologica, sociosanitaria e legale: il Garante può inoltre promuovere specifiche iniziative di formazione e aggiornamento degli operatori dei servizi sociali e della polizia locale e avviare campagne e attività informative sul territorio anche tramite i servizi sociali dei Comuni e le associazioni territoriali preposte.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome