Hai visto Tom Collins? Tutti pazzi per la webserie bresciana sui cocktail

E' tutto pronto per il debutto del secondo round della serie on line inventata da Massimiliano Nicolè, fotografo, direttore della fotografia e scenografo

0
Un'immagine della webserie bresciana Hai visto Tom Collins?

E’ tutto pronto per il debutto del secondo round della webserie bresciana “Hai visto Tom Collins”, piccolo fenomeno della rete nato tre anni fa da un’idea di Massimiliano Nicolè, fotografo, direttore della fotografia e scenografo. La presentazione ufficiale si terrà questa sera – dalle 19.30 – al museo Diocesano di via Gasparo da Salò 13 a Brescia, accompagnata dalla musica jazz del Cosmo Quintet. E nell’occasione verranno svelati (quasi) tutti i segreti delle puntate in onda sul web da questo mese.

L’obiettivo della serie – il cui titolo è dedicato a un cocktail dalla genesi piuttosto particolare – è quello di mettere in scena un nuovo modo di esplorare e raccontare attraverso il video l’universo del bartendering che, mai come in questi anni, sta avendo risalto e visibilità.

In ogni episodio viene narrata la genesi di un cocktail internazionale della tradizione.  Con l’ausilio dell’attore e barman (e coautore) Alberto Guerra vengono condotte approfondite ricerche alla scoperta di aneddoti e curiosità legate alla nascita dei drink.

La stagione d’esordio, online da dicembre 2015, è composta da cinque episodi dalla durata media si aggira intorno ai tre minuti e mezzo, che hanno raccolto circa 20mila spettatori. I cocktail presentati sono: Margarita, Old fashioned, Negroni, Cuba libre e White Russian. Nella seconda, invece, i cocktail protagonisti saranno sei (con una trentina di attori coinvolti) e verranno svelati solo alla pubblicazione.

La serie è ambientata tra le mura di un bar ricostruito in uno studio di posa, ribattezzato Ibis Bar. La struttura della serie è antologica e ogni episodio conclusivo. Ogni puntata presenta però un punto comune: lo strampalato cliente (interpretato da Alberto Guerra) che ha il compito di accompagnare lo spettatore nella narrazione mentre dietro al banco si alternano barman professionisti. L’intento divulgativo di “Hai visto Tom Collins?” è sorretto da un approccio narrativo ironico e a tratti surreale. Il cliente è la guida che conduce il pubblico sino alle origini del drink e per far ciò ricorre a una vasta gamma di stratagemmi narrativi che vanno dal viaggio nel tempo e nello spazio sino a sospensioni oniriche. Inoltre la versatilità del set permette di volta in volta di trasformare l’Ibis bar in un laboratorio, un club per gentiluomini o uno storico café italiano.

GUARDA LA FOTOGALLERY

I RICONOSCIMENTI GIA’ OTTENUTI

“Hai visto Tom Collins?” ha partecipato a diversi ed importanti festival nazionali ed internazionali, aggiudicandosi numerosi premi. Tra questi ricordiamo:

– Miglior No Fiction (Sicily Web Fest)
– Miglior Fotografia (Roma Web Fest)
– Best Original Amets (Bilbao Web Fest)
– Best Documentary (Dublin Web Fest)
– Miglior sceneggiatura (Rome Web Awards)
– Miglior attore Protagonista (Rome Web Awards)
– Miglior Attore Non Protagonista (Rome Web Awards)
– Miglior Locandina (Rome Web Awards)
– Nomination: Miglior Montaggio Best International Series (Melbourne Web Fest)

HAI VISTO TOM COLLINS? GUARDA LA PRIMA PUNTATA DELLA PRIMA SERIE

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome