Vecchi giochi per passare le feste

Il gioco di carte del truco ha origini antiche che molto probabilmente risalgono alla terra delle Mille e una notte

0
Backgammon, foto generica
Backgammon, foto generica

Si sa. Le festività sono il momento giusto per tirare fuori dall’armadio vecchi scatoloni, rispolverare mazzi di carte e mettersi al tavolo in compagnia di amici e parenti per trascorrere le serate. Oggi di giochi ce ne sono davvero tanti, per tutti i gusti e le occasioni. Ma quello che vi proponiamo in questo articolo è un viaggio indietro nel tempo alla scoperta di giochi antichi più o meno conosciuti per dare un sapore vintage alle vostre serate invernali.

Il gioco di carte del truco ha origini antiche che molto probabilmente risalgono alla terra delle Mille e una notte. Col tempo si è diffuso in America Latina e nel nord Italia e comunità del truco le possiamo trovare anche nella provincia di Brescia, come ci ricorda l’AGA (l’Associazione giochi antichi). Può essere giocato con un mazzo spagnolo, ma in assenza di questo è possibile optare per uno di semi italiani: spade, coppe, denari e bastoni. Perfetto per essere giocato in gruppo visto che prevede quattro, sei o otto giocatori divisi in due squadre. Ogni giocatore riceve tre carte e obiettivo del truco è totalizzare il punteggio massimo di 31. Un gioco emozionante dalle regole semplici perfetto per trascorrere qualche serata in compagnia durate le festività.

Avete mai sentito parlare del biribissi? Leggenda vuole che uno dei più grandi appassionati di questo gioco sia stato l’avventuriero veneziano Giacomo Casanova e perfino il filosofo Voltaire dedicò al biribì, come era conosciuto in Francia, una breve composizione poetica. Per giocare veniva impiegato un tabellone numerato e sia le regole che le puntate avevano caratteristiche simili a quelle della moderna roulette. Se proprio l’impresa di trovare una tavola per giocare a biribissi dovesse rivelarsi difficile, c’è sempre la tecnologia a venirci in aiuto, con le moderne piattaforme di gaming online come Unibet che offrono varianti della roulette e di altri giochi da casinò a portata di click. Sul sito di Unibet è infatti possibile trovare sia la roulette americana che quella francese oltre a tanti altri giochi per trascorrere le lunghe serate invernali. Per chi si fosse incuriosito di un gioco come il biribissi che nonostante sia oggi poco diffuso ha avuto così importanti estimatori varrebbe la pena fare un salto al Museo Correale di Terranova, a Sorrento, dove è conservata una preziosa tavola di biribissi risalente al XVIII secolo.

Qualcuno di certo lo conoscerà già e qualcun’altro avrà adocchiato quegli strani tabelloni decorati con triangoli di colori diversi che rendono il backgammon inconfondibile. In questo caso il gioco prevede una sfida a due. Ma è così veloce e rapida che si possono facilmente organizzare tornei a più giocatori. Basta saper fare un po’ di calcolo e conoscere le regole di base del backgammon. Si gioca con delle pedine simili a quelle della dama. Le si posizionano in determinati punti sulla scacchiera e l’obiettivo è quello di spostarle nella propria casa. Il movimento delle pedine è determinato dal lancio dei dadi. E visto che di giochi vintage parliamo sarà curioso sapere che questo gioco risale a oltre 4mila anni fa. Il backgammon anche detto Gioco reale di Ur fu infatti scoperto nella tomba di un re Sumero durante gli scavi di Ur, una delle più antiche città del mondo.

Negli anni in cui Ferdinando Magellano stava compiendo la sua circumnavigazione del globo il gioco del piquet era molto diffuso e probabilmente le sue origini erano ancora più antiche. Un gioco di carte che rientra sia tra quelli di combinazione, come il ramino che tra quelli di presa, come la briscola. Oggi si trovano ancora mazzi di piquet, ma con l’avvento di altri giochi come il bridge ha perso molta della sua popolarità e oggi è giocato solo marginalmente. Per giocare a piquet occorre conoscere bene le regole e vale la pena dedicare un po’ di tempo a questa fase per rendere più coinvolgente il gioco ed evitare figuracce. Una buona occasione comunque per stupire gli amici con un nuovo gioco di carte ripescato dalla storia.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome