Violenza sulla turista danese, il minore già in carcere si dice pentito

Il ragazzo, che ieri si è presentato davanti ai giudici del Tribunale dei minorenni di Brescia, ha chiesto la messa alla prova

0
Tribunale per i minorenni
Tribunale per i minorenni

Anche i suoi amici, quelli con cui avrebbe commesso la violenza ai danni della giovane turista danese, in sede processuale avevano chiesto la messa alla prova.

Il 17enne di origini straniere, che a luglio era finito nel minorile Beccaria di Milano dopo essere stato individuato tra i responsabili degli abusi sessuali sulla ragazza danese che era in vacanza sul lago di Garda insieme alla famiglia, ha detto di essersi pentito del fatto, di non essersi reso conto di ciò che faceva a causa dell’abuso di alcol.

Il ragazzo, che ieri si è presentato davanti ai giudici del Tribunale dei di Brescia, ha così chiesto la messa alla prova. Il suo legale ha presentato un progetto di recupero che ora i giudici dovranno analizzare prima di prendere una decisione in merito.

Il processo è stato rinviato a febbraio.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome