Condannato per la strage di piazza della Loggia, è morto Carlo Maria Maggi

Carlo Maria Maggi era stato condannato all'ergastolo perchè ritenuto il mandante della strage di piazza della Loggia avvenuta il 28 maggio 1974 a Brescia

0
Un'immagine di piazza Loggia subito dopo lo scoppio della bomba, il 28 maggio 1974
Un'immagine di piazza Loggia subito dopo lo scoppio della bomba, il 28 maggio 1974

È morto Carlo Maria Maggi, medico veneziano condannato all’ergastolo perchè ritenuto il mandante della strage di piazza della Loggia avvenuta il 28 maggio 1974 a Brescia.

La condanna definitiva era arrivata nel 2015, dopo che nel processo precedente era stato assolto per insufficienza di prove, sia in primo grado sia in Appello.

Malato da tempo, Maggi si è spento nella sua casa di Venezia dove stava scontando i domiciliari, aveva 82 anni.

A lui, che nel 1974 era referente di Ordine Nuovo nel Veneto, era stata attribuita la responsabilità per l’attentato di matrice neofascista che provocò la morte di 8 persone e il ferimento di 102 persone a Brescia.

Ma Maggi era stato anche condannato, e poi assolto per insufficienza di prove, per la di piazza Fontana a Milano il 12 dicembre 1969 e per la alla Questura di Milano avvenuta il 17 maggio 1973.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome