Fermato per eccesso di velocità, multato perchè guida un’auto con targa tedesca

Secondo l'aggiornamento del Codice della Strada è vietato a chi ha stabilito la residenza in Italia da oltre 60 giorni circolare con un veicolo immatricolato all'estero

0
Polizia locale
Polizia locale

Fermato per un lieve eccesso di velocità, multato perchè l’ è immatricolata all’estero.

È successo a Lonato, dove un giovane di quasi 20 anni è stato fermato da una pattuglia della inizialmente perchè aveva superato, di una decina di chilometri orari, il limite di velocità posto a 50 km/h.

Poi, però, durante la verifica dei documenti l’amara sorpresa. Sul libretto di circolazione mostrato agli agenti, infatti, sono registrati tutti i dati di immatricolazione dell’auto, avvenuta in Germania perchè l’automobile, una Mercedes classe A vecchio modello, è intestata alla madre del ragazzo, tedesca.

Secondo l’aggiornamento del Codice della Strada conseguente all’approvazione del Decreto Sicurezza, però, «è vietato a chi ha stabilito la residenza in Italia da oltre 60 giorni circolare con un veicolo immatricolato all’estero».

Una novità introdotta da pochissimi giorni, ma che gli agenti della Locale non hanno potuto far altro che far rispettare. Non pochi, però, i disagi per il ragazzo: sequestro della carta di circolazione, sanzione salata (circa 700 euro, che diventano 489 se pagati entro 5 giorni) e auto ferma. Per poter circolare l’auto dovrà essere reimmatricolata in Italia entro 180 giorni, oppure dovrà rientrare in Germania.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome