I musei del lago di Garda vanno in mostra al Leone di Lonato

Da Montichiari passando per Ledro, Solferino, Toscolano Maderno e molti altri: i sistemi museali intorno al Garda sabato e domenica saranno in mostra nella galleria del centro commerciale, con tanti laboratori per i più piccoli

0
Il Leone shopping center di Lonato
Il Leone shopping center di Lonato

L’elenco dei del territorio che sabato 26 e domenica 27 si metteranno in vetrina all’interno de Il di Lonato del Garda è davvero lungo. Sono ben quindici sistemi museali e quattro realtà culturali che il prossimo weekend parteciperanno alla manifestazione culturale organizzata dal centro commerciale dal titolo “I tesori del Garda”. Nelle due giornate i visitatori del Leone potranno scoprire i tesori nascosti che si trovano al Museo Lechi, al Museo del Risorgimento, al Museo Giacomo Bergomi, alla Pinacoteca Pasetti, al Castello e al Teatro Bonoris (tutti facenti parte del sistema Montichiari ), al Museo delle Palafitte del Lago di Ledro, al Museo della Carta di Toscolano Maderno, al Museo Archeologico di Gavardo, al Sistema Museale della Valle Sabbia, al Martes- Museo d’Arte Sorlini di Calvagese della Riviera, al Museo Archeologico Rambotti di Desenzano del Garda, al sito palafitticolo Il Lucone di Polpenazze del Garda, alla Fondazione Ugo da Como di Lonato del Garda e all’Ecomuseo Limonaia Pra’ Della Fam di Tignale. A queste realtà si aggiungeranno anche alcuni spazi enogastronomici dedicati a prodotti tipici del territorio del Garda. I visitatori potranno muoversi all’interno del percorso espositivo per scoprire (o riscoprire) le proposte museali 2019 del nostro territorio e andare alla scoperta di piccoli e grandi gioielli gardesani.

Per coinvolgere anche i più piccoli, la manifestazione prevede diversi laboratori a loro dedicati in collaborazione con la Cooperativa La Melagrana: sabato 26 dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 19 i bambini potranno scegliere se partecipare a “Come nasce un foglio di carta” – laboratorio di produzione cartaria in collaborazione con il Museo della Carta di Toscolano Maderno, “Creiamo con la creta” – laboratorio di creazione di un vaso miniaturistico con la tecnica preistorica del colombino in collaborazione con il Museo Archeologico della Valle Sabbia di Gavardo, oppure “Un avventura a regola d’arte” – laboratorio artistico con l’utilizzo di materiali polimaterici in collaborazione con il MarteS – Museo d’arte Sorlini di Calvagese della Riviera. I laboratori replicheranno negli stessi orari anche domenica 27, ad eccezione per quello dedicato alla creta che avrà un tema diverso: “Creiamo con la creta: la pintadera” – laboratorio di creazione dello stampo usato dagli uomini preistorici per la decorazione del corpo in collaborazione con il Museo Archeologico Rambotti di Desenzano del Garda.

La direzione della Fondazione Ugo Da Como plaude l’iniziativa del centro commerciale perchè “offre alle realtà culturali del territorio una vetrina importante per promuovere i musei e i numerosi luoghi straordinari e prodotti che le colline moreniche e il Garda offrono, non solo ai turisti che spesso le conoscono e le cercano, ma anche ai cittadini. Offrire al proprio pubblico spunti di visita nelle immediate vicinanze del centro commerciale è segno di lungimiranza e sensibilità e va nella direzione delle più importanti politiche culturali e turistiche che insegnano oggi – molto più che in passato – che la scelta vincente è fare rete e offrire al visitatore il più ampio ventaglio possibile di attività nell’ottica di un continuo e reciproco scambio”.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome