La poesia d’artista di Claudio Avigo | MOSTRAMI UNA MOSTRA / 65

L’Associazione Artisti Bresciani, col patrocinio di Comune e Provincia, esaudisce il desiderio dei genitori di Claudio, di organizzare un’antologica a vent’anni dalla scomparsa del promettente giovane artista bresciano

1
La mostra antologica di Claudio Avigo (1972-1999) - foto BsNews.it Enrica Recalcati
La mostra antologica di Claudio Avigo (1972-1999) - foto BsNews.it Enrica Recalcati

Fumo di caffè
 e di sigaretta
volteggiano e s’incontrano
nell’aere:
vortici forsennati/magia nera
poeta o artista?

Enrica Recalcati, opinionista di BsNews.it
La scrittrice , opinionista di BsNews.it

di Enrica Recalcati – Poeta e artista, perché l’uno e l’altro insieme, un artista è poeta e un poeta è artista. Tutto si fonde, nell’anima di chi ha talento.

Claudio Avigo nella sua breve poesia – con la mostra intitolata Presente – ci apre un mondo interiore intimo e sofferto, un apparire magico di ispirazioni forti che hanno caratterizzato la sua produzione, molto intensa, ma limitata dalla sua breve vita. Morto nel febbraio del 1999 a soli 27 anni, per un incidente stradale. Incidente sognato e dipinto, poco tempo prima, presagio di morte, incredibile intuizione, magia di un mistero che mi trascina subito, fra i trentatré quadri esposti, davanti a quella macabra testimonianza.  Il sorpasso, dove viene descritta la triste indifferenza di chi passando vede e non vede quel morto sanguinante, accartocciato nelle lamiere della sua auto.

L’Associazione Artisti Bresciani, col patrocinio di Comune e Provincia, esaudisce il desiderio dei genitori di Claudio, di organizzare un’antologica a vent’anni dalla scomparsa del promettente giovane artista bresciano. Inaugurata il 2 febbraio in Vicolo delle Stelle, la mostra espone dipinti e poesie di forte impatto emotivo.

Claudio nasce a Brescia il 17 febbraio del 1972, frequenta l’Istituto d’Arte Caravaggio dove consegue la maturità artistica in arte applicata.  Si specializza in scultura a Carrara e in tecniche sperimentali di pittura.  Un artista polivalente che sperimenta varie tecniche, privilegiando e scegliendo come mezzo espressivo la pittura dal tratto particolare e contemporaneo e riuscendo in brevissimo tempo a sviluppare uno stile del tutto personale, privo di altre contaminazioni. Vince nel 1997 a Pistoia il Iº premio San Giorgio nella sezione giovani con Composizione, un curioso collage dai toni caldi e ambratiSi apprezzano da subito gli autoritratti in rosso e in azzurro del 1997 e del 1998, in particolare nel suo sembra Vincent del 1995, dove lui stesso si impersona nelle sembianze del grande pittore impressionista.  L’omaggio a Pablo Picasso nei ritratti del 1995/96; la musica, tanto amata, incarnata da Kurt Cobain dei Nirvana, del 1995.  La femme que j’aime…un ritratto in tecnica mista, con cartone ondulato, veramente poetico.  I paesaggi, dove i notturni trasudano lo spirito inquieto di notti rubate al sonno, ma regalate all’arte, come Centrale termica o Notturno a Milano; oppure I tetti di Brescia, Cartiera a Caino, Paesaggio sul lago d’Iseo, caratterizzati da un cromatismo onomatopeico, dove il tema del dipinto sembra concretizzi la sua funzione e il suo apparire si materializzi.  Il Cordone ombelicale, opera in tecnica mista, che condensa in pochi, suggestivi, nervosi tratti il significato dell’essere, come nella sua scrittura, che mi pare parallela, capace di esplicare l’opera “Padre? le mie colline sono rosse perché il mio cuore sanguina…Figlio? questa è la corda allevia i tuoi dolori”.

Scrive di lui l’amico e artista Matteo Mancabelli: “…Tutto è sempre più veloce nella sua vita, quasi come se visto Dal treno ove tutto si perde in un’istantanea fulminea…”. Nel ritratto postumo di Claudio, realizzato da Franco Soresina ed esposto in mostra, si coglie l’istantanea del suo sguardo, nel sorriso semplice di un giovane uomo.

LA SCHEDA

Presente, mostra antologica di Claudio Avigo (1972-1999)

AAB, Vicolo delle Stelle, 4

dal 2 febbraio al 20 febbraio 2019

da martedì a domenica dalle 16 alle 19,30

ingresso libero

www.aab.bs.it   e-mail: [email protected]

LEGGI LA PUNTATA PRECEDENTE DELLA RUBRICA

Gli animali nell’arte. Dal Rinascimento a Ceruti | MOSTRAMI UNA MOSTRA / 64

GUARDA LA FOTOGALLERY

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome