Serie B, Brescia: manita al Pescara e vetta della classifica provvisoria

Donnarumma, Romagnoli, Bisoli e una doppietta di Torregrossa decidono il big match dell'Adriatico

0
Donnarumma e Tonali dopo uno dei quattro gol rifilati all'Hellas - foto da www.bresciacalcio.it
Donnarumma e Tonali dopo uno dei quattro gol rifilati all'Hellas - foto da www.bresciacalcio.it

Seconda trasferta del 2019 e seconda vittoria per il Brescia di che nel posticipo della domenica, allo stadio “Adriatico”, batte per 5 a 1 il Pescara nello scontro diretto tra seconda (Brescia) e terza (Pescara).

Gli abruzzesi iniziano meglio e hanno subito due occasioni per sbloccare l’incontro: prima con Mancuso, la cui conclusione ravvicinata non inquadra lo specchio della porta, poi con un diagonale di Marras che esce di pochissimo. Le rondinelle si affacciano allora nella metacampo avversaria, Spalek viene steso in area da Kanouté e conquista il calcio di rigore che bomber Donnarumma trasforma per l’1-0. I lombardi sfiorano il gol in altre due occasioni prima del raddoppio che arriva al 32′: punizione di Tonali, palla prolungata con Romagnoli che sbuca e si ritrova a pochi passi dal portiere correggendo in rete. Passano sei minuti e il Brescia cala il tris con una ripartenza micidiale: Ndoj pesca con il contagiri il liberissimo Bisoli che prima è bravo a inserirsi e poi, a tu per tu con Fiorillo, lo castiga. Nei minuti finali c’è spazio per il palo di Torregrossa che si rifarà nel secondo tempo.

Proprio la seconda frazione di gioco vede ancora una volta gli abruzzesi partire forte con Marras che scheggia il palo e con Monachello che di testa manda alto sopra la traversa. Ma il Brescia è micidiale, cinico e con Spalek conquista il secondo calcio di rigore: lo slovacco tenta il dribbling su un difensore avversario che tocca con la mano, per l’arbitro è penalty. Dal dischetto batte Torregrossa che spiazza l’estremo difensore avversario portando le reti a quattro. Il Pescara, comunque, non ci sta e trova la forza per reagire e schiacciare le rondinelle. Monachello al 63′ sigla il gol dell’1-4 dopo tre tentativi. Alfonso è bravo a non farsi superare in un paio di occasioni e gli uomini di Corini riescono così a tenere gli avversari a debita distanza. Nel corso dei minuti di recupero c’è spazio per il pokerissimo: Torregrossa calcia una bomba di sinistro che si insacca per il 5-1 finale.

Il Brescia esce dall'”Adriatico” temporaneamente in vetta alla classifica, in attesa della partita del Palermo in programma questa sera. Le rondinelle si coccolano bomber Donnarumma (19 gol in 18 partite), si confermano come miglior attacco e continuano a sognare la Serie A.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome