Ok School di Brescia vola in Cina: rappresenterà le eccellenze italiane

Nella lista dei partecipanti alla task force istituita dal ministero dello Sviluppo economico è stato inserito anche l'istituto rappresentato da Nicola Orto

0
Nicola Orto in Cina
Nicola Orto in Cina

Il Ministero dello Sviluppo Economico, su impulso del Vicepresidente del Consiglio e Ministro Di Maio e del Sottosegretario Geraci ha costituito, nei mesi scorsi, la Task Force Cina, un meccanismo operativo di lavoro, cooperazione e dialogo fra Governo, associazioni di categoria e società civile, volto all’elaborazione di una nuova strategia nazionale di sistema, destinata a rafforzare le relazioni economiche e commerciali con la Cina. Tra gli obiettivi primari della Task Force si evidenzia quello di potenziare i rapporti fra Cina e Italia in materia di commercio, finanza, investimenti e R&D e cooperazione in Paesi terzi, facendo sì che l’Italia possa posizionarsi come partner privilegiato e leader in Europa in progetti strategici.

Academy, a seguito della candidatura e presentazione di un progetto, è risultata idonea a partecipare ai gruppi di Lavoro specifici del settore Software (Servizi), nello specifico per “Sevizi sanitari & Benessere” e “Istruzione & Accademia”.

Il Cfp di via Tirandi, che da sempre crede nel dialogo interculturale, fondato sulla comprensione reciproca tra individui che hanno origini e patrimoni linguistici, culturali, etnici e religiosi differenti, ha così un membro che siede al tavolo di lavoro fra gli eletti: il legale rappresentante .

Il progetto presentato si pone come obiettivi primari di incrementare il numero di studenti che dalla Cina arrivano in Italia per acquisire le competenze necessarie per svolgere l’attività con il manuale d’uso marchiato Italia, commercializzare in Cina le attrezzature e i prodotti professionali di eccellenza Made in Italy per Make-up, acconciatura ed estetica e aprire sedi dell’istituto in Cina anche attraendo investimenti esteri.

La Cina è protagonista di un progresso economico straordinario che interessa anche il wellness, con un incremento di fatturato in tale settore senza pari nel panorama mondiale – dice Nicola Orto – Nelle fiere internazionali è sempre più imponente la presenza di produttori e clienti cinesi e nel tessuto socio-economico cinese è in atto una profonda trasformazione del ruolo della donna, che alimenta con energia impetuosa la domanda interna di prodotti e servizi, soprattutto di derivazione occidentale, con il brand Made in Italy sul primo gradino come apprezzamento. Deriva da questo – prosegue Orto – la fortissima esigenza di Ok School Academy di dei futuri operatori, richiesti in crescente numero dal mercato interno, che guardano con grande interesse ai percorsi professionalizzanti proposti da centri di specializzazione Europei come il nostro”.

Ecco perché, da 5 anni a questa parte, il centro di formazione professionale cittadino ha ideato dei percorsi “Master” rivolti ai cittadini stranieri, uomini e donne, che manifestano un’attenzione crescente riguardo tutto quello che ruota intorno alla bellezza: We for You, il percorso formativo che ha come obiettivo far conoscere il Made in Italy e soprattutto innescare uno scambio culturale fra Paesi, mostrando le competenze formative dell’Istituto e facendo visitare alcune fra le maggiori bellezze monumentali e paesaggistiche del nostro paese.

“La task-force Cina del MISE è per Ok School Academy una straordinaria occasione per estendere lo straordinario successo riscosso nella prima esperienza sul mercato cinese, nella regione di Guangzhou, ad altre realtà territoriali della Cina – dice il Legale Rappresentante – sicuri che il nostro Know-how risulterà altrettanto apprezzato e vincente, sia nella formula turismo-formazione in Italia, sia nel radicamento di centri con il nostro brand nel territorio cinese. Questa risposta da parte del Ministero si colloca positivamente tra le risposte che arrivano dal mondo del settore e non. È una nuova opportunità per gli studenti attuali e i prossimi. Le prospettive future – conclude Orto – si ampliano e l’internazionalizzazione è sempre più vicina”

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome