Finita la pena per spaccio… torna subito ai domiciliari per spaccio

Nella sua abitazione sono spuntati 130 grammi di droga (hashish e marijuana), oltre a 1300 semi di canapa e 935 euro

1
Polizia locale
Polizia locale

E’ andata decisamente male a un operaio 48enne di Montichiari condannato per di lo scorso anno e nuovamente condannato nelle scorse ore per lo stesso reato.

L’uomo, lo scorso settembre, era stato scoperto a gestire una piccola piantagione di (46 piante) lungo le rive di un canale che confluisce nel fiume Chiese. Nella sua abitazione, poi, erano spuntati un etto di , due e mezzo di , cinque flaconi di metadone e 1350 semi di canapa indiana. Per questo il 48enne patteggiò la pena, finita di scontare giusto due giorni fa.

Peccato che per lui – a poche ore dalla libertà – sia scattato nuovamente l’arresto. La Polizia Locale, infatti, ha deciso di perquisire nuovamente la sua abitazione e sono spuntati altri 130 grammi di droga (hashish e marijuana), oltre a 1300 semi di canapa e 935 euro. Arresto convalidato e domiciliari.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Siamo in Italia, il Paese del bengodi penale e giudiziario. Ormai tra poco basterà dire che gestisci una “erboristeria” per tornare di nuovo libero e rirendere l’attività. Insomma, l’ennesimo spacciatore che non si dà mai per spacciato…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome