Bagnolo Mella, Taveri è il nuovo presidente della Fondazione Fasani

Taveri è entrato nel consiglio direttivo dell’ente morale il cui socio di maggioranza è la locale Amministrazione Comunale dopo le dimissioni rassegnate lo scorso 28 dicembre da Mauro Castelvedere

0
Ernesto Taveri con il sindaco Cristina Almici
Ernesto Taveri con il sindaco Cristina Almici

Ernesto Taveri è il nuovo presidente della Fondazione Fasani di Bagnolo Mella. Taveri è entrato nel consiglio direttivo dell’ente morale il cui socio di maggioranza è la locale Amministrazione Comunale dopo le dimissioni rassegnate lo scorso 28 dicembre da Mauro Castelvedere, che ha svolto il ruolo di presidente nell’ultimo anno. Alla scadenza del bando per la sua sostituzione, la scelta del sindaco è caduta su Taveri, dirigente d’azienda che con il 1 gennaio ha raggiunto il sempre ambito traguardo della pensione, che in seguito è stato eletto presidente dai componenti del consiglio direttivo (Giulio Bellini, Marica Febbrari, Florinda Ongarini, Rita Prandi e, naturalmente, il neoconsigliere).

L’inizio di una nuova, stimolante esperienza che Ernesto Taveri ha affrontato da subito con grande voglia di fare e con uno sguardo proiettato con entusiasmo in avanti: “In tutta sincerità – è stata la sua prima considerazione – quando riflettevo su come sarebbe stata la mia pensione, mi immaginavo qualcosa di molto più tranquillo. Battute a parte, sin da quando mi è stato affidato questo incarico ho potuto vedere subito tanta disponibilità e grande affetto per il “Fasani”.

Si tratta di una realtà importante per tutta la nostra comunità e mi ha fatto molto piacere avvertire come i bagnolesi vogliono bene alla nostra fondazione. Ho trovato disponibilità in tutte le componenti, dai consiglieri a tutti i vari collaboratori a diverso titolo, fino ai miei predecessori. In effetti una delle mie prime azioni è stata quella di telefonare agli ultimi due presidenti, la professoressa Rita Brunelli e Mauro Castelvedere, che mi hanno ribadito che loro per il “Fasani” ci saranno sempre”. Un impatto che spinge il nuovo presidente a guardare avanti con grande fiducia: “L’idea è quella di far valere l’orgoglio di essere la “Fondazione Fasani”. In questo periodo sono in corso le iscrizioni per il prossimo anno scolastico e posso ribadire che il nostro ente sarà sempre pronto a garantire la formazione all’insegna dei valori e degli ideali cristiani che sono da sempre il punto di riferimento di tutta l’attività”. Un’attività che al momento coinvolge circa 170 piccoli alunni, suddivisi tra le sei classi della scuola dell’infanzia (che presenta una sezione ispirata al metodo Montessori ed una bilingue), le due della “Primavera” e la sezione del nido.

Una preziosa risorsa che costituisce il primo punto di partenza sul quale la Fondazione Fasani dovrà costruire il suo futuro: “La solidarietà e la voglia di impegnarsi che ho trovato in tutto l’ambiente dev’essere estesa anche al rapporto con le famiglie. Un legame che da subito ho potuto vedere è molto stretto e proficuo. Sarà prendendo spunto da tutte queste componenti e dal lavoro che faremo insieme (a me piace delegare e sono certo che potrò coinvolgere chi mi sta intorno anche al “Fasani”) che potremo costruire un futuro sempre importante per il servizio scolastico che il nostro ente morale sta offrendo ai bagnolesi ormai da molte generazioni”. Un servizio che può guardare con serenità anche al fattore economico che negli ultimi anni è finito spesso nel mirino della critica.

“In tutta sincerità – prosegue il presidente Taveri – non seguirei tutto l’allarmismo che è stato scatenato negli ultimi anni. Attualmente siamo in equilibrio finanziario e non vedo proprio tutti i problemi economici che sono stati tirati in ballo a più riprese. Al contrario, mi piace sottolineare l’affetto e la disponibilità con cui i bagnolesi guardano a questo ente morale che sentono loro e al rapporto di collaborazione e di condivisione che esiste con l’Amministrazione guidata dal sindaco Cristina Almici. Certo, questi sono momenti non facili per tanti motivi, ma lo sono da diversi punti di vista. Personalmente preferisco guardare ai servizi che il “Fasani” riesce ad offrire alle famiglie di Bagnolo. Il pre ed il post asilo, servizi aggiunti ed esclusivi come il nido, le sezioni Primavera, bilingue e Montessori, per non parlare della sicurezza che vogliamo offrire ai nostri bambini. Non vorrei dimenticare infine quell’educazione ai valori che rappresenta una prerogativa consolidata del nostre ente.

Noi siamo orgogliosi e convinti di poter proseguire su questa strada, anche grazie al sostegno di tutte le componenti della comunità di Bagnolo come dicevamo prima, dal Comune alle famiglie. Se poi ci sarà qualcosa in cui noi non arriveremo, da buon bagnolese, sono certo che la Madonna della Stella, che è sempre presente grazie anche all’immagine che è collocata all’ingresso, saprà aiutarci”. Propositi che hanno incontrato la fiducia e la condivisione del sindaco Cristina Almici: “Auguro con piacere buon lavoro al nuovo presidente della “Fondazione Fasani”, Ernesto Taveri. Conoscevo già prima la sua preparazione e la sua professionalità, adesso ho potuto constatare con piacere la sua voglia di fare e l’entusiasmo con il quale vuole riservare tutta l’attenzione meritata ad una realtà che rappresenta un prezioso punto di riferimento per le nostre famiglie. Il Comune è pronto a condividere e a sostenere come sempre è stato fatto in questi ultimi anni il cammino che la “Fondazione Fasani” si prefigge di compiere, nella certezza che si dovrà sempre curare al massimo una componente così preziosa per la nostracomunità in campo educativo e formativo”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome