Basket, a Pesaro riecheggia l’urlo della Leonessa: Brescia riparte di slancio

Ora la testa va alla sfida con la Dolomiti Energia Trentino, da affrontare nella prima di due gare casalinghe consecutive

0
La Germani cade ad Avellino - foto © Basket Brescia Leonessa
La Germani cade ad Avellino - foto © Basket Brescia Leonessa

Grazie a un secondo tempo giocato all’insegna della solidità difensiva, la Germani Basket Brescia espugna la Vitrifrigo Arena di Pesaro, superando la Victoria Libertas con il punteggio di 92-86. Una vittoria importante per il cammino della Leonessa, che conquista la nona vittoria in campionato, allontana ulteriormente la parte più calda della classifica e resta agganciata alla zona playoff, a due punti dall’ottavo posto occupato dall’Aquila Trento, prossima avversaria del quintetto bresciano.

Nonostante un inizio stentato e uno svantaggio andato presto in doppia cifra, più per meriti dei padroni di casa che per demeriti degli ospiti (27-16 alla fine del primo periodo), Brescia serra le fila a partire dal secondo quarto, iniziando una lenta ma inesorabile rimonta.

Merito della cosiddetta second unit, che dà sostanza con le giocate di Moss (13 punti alla sirena finale), Zerini (in doppia doppia con 12 punti e 10 rimbalzi) e Sacchetti (11 punti), ma in generale di una squadra che comincia a piegare le ginocchia per disinnescare le armi più pericolose degli avversari, McCree (26 punti) e Blackmon (24).

Chiuso il primo tempo sotto di otto lunghezze, Brescia entra in campo nella ripresa con una faccia diversa, piazzando un parziale di 26-17 che, grazie alla tripla da centrocampo del frizzante Laquintana, le garantisce il vantaggio alla fine del terzo quarto, con un Cunningham (16 punti) decisamente sugli scudi.

L’importante parziale realizzato dopo l’intervallo galvanizza la Germani, che questa volta abbandona le montagne russe di una stagione fatta di alti e bassi e punta dritto fino al traguardo finale. Merito di un inarrestabile Abass, che negli ultimi 10′ segna 11 dei suoi 18 punti (9 consecutivi in apertura di quarto) e indirizza la gara nelle mani degli ospiti, nonostante gli ultimi tentativi di rientrare in partita da parte del quintetto guidato da Boniciolli.

Troppo stanchi gli uomini in biancorossi, che come di consueto trovano poca sostanza dalla propria panchina (74 i punti del quintetto, 12 quelli dei giocatori subentrati), decisi fino alla mèta quelli biancoblu, che con le giocate di Zerini (su uno degli 8 preziosi assist di Vitali) e di Moss chiude la pratica a proprio favore, pur tenendo Hamilton e Cunningham seduti in panchina.

Ora la testa va alla sfida con la Dolomiti Energia Trentino, da affrontare nella prima di due gare casalinghe consecutive. Per continuare a guardare in alto, alla Leonessa servirà per 40′ la stessa convinzione vista nelle Marche nella ripresa, oltre che la spinta del proprio pubblico. Una spinta che potrà arrivare da lontano, visto che venerdì e sabato prossimo le porte degli allenamenti della squadra saranno aperte a chi vorrà ringraziare i giocatori per la bella prova di Pesaro e incitarli in vista dell’ultima frazione di campionato, nella quale sarà necessario dare tutto per raggiungere gli obiettivi più ambiziosi rimasti alla portata.

Queste le dichiarazioni di coach Diana: “C’è sicuramente tanta soddisfazione per questa vittoria, che per noi è molto importante. Faccio i complimenti ai miei ragazzi per lo sforzo che hanno fatto per rimettere in carreggiata una partita che non era iniziata sotto una buona stella. Quella di stasera era una gara a rischio, perché venivamo da tre settimane di pausa. Abbiamo però conquistato due punti pesanti che ci permettono di staccare le zone basse della classifica e di guardare con fiducia al prossimo impegno. Pesaro è stata un avversario tosto, che ci ha messo in grandissima difficoltà quando non siamo riusciti a limitare il suo gioco in transizione. Con il passare dei minuti abbiamo fatto quadrato intorno alla nostra difesa, limitando il loro flusso offensivo, e penso che proprio la nostra difesa abbia fatto la differenza e sia stata decisiva per conquistare la vittoria. Dobbiamo ancora lavorare per migliorare quelle situazioni di gioco nelle quali ancora soffriamo, ma stasera la risposta del gruppo alle difficoltà è stata positiva. La squadra si è compattata dopo l’intervallo, ribaltando le sorti della partita, e sotto questo aspetto sono molto contento”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome