Pallavolo, altra battaglia vinta per Brescia: playoff ad un passo

La Centrale vince al quinto set con testa e caparbietà. Ora manca un punto per la certezza dei Play Off e prima di Livorno e Mondovì c’è il turno di riposo

0
La Centrale Sferc McDonald’s, foto da ufficio stampa
La Centrale Sferc McDonald’s, foto da ufficio stampa

La Centrale Sferc McDonald’s vince al quinto set con testa e caparbietà.  Ora manca un punto per la certezza dei Play Off e prima di Livorno e  Mondovì c’è il turno di riposo.

I Tucani partono bene con pochissimi errori e un primo set  sempre sotto controllo, poi subiscono la rimonta di Macerata con un  grande Tiurin, sprecano l’occasione di chiudere nel quarto e conquistano  due punti con grande caparbietà. Ottima prova in attacco (54%), con 27 punti di Bisi, 23 di Milan, 11 di Valsecchi (4 muri) e 16 di Cisolla.

Gli ospiti schierano Partenio e Tiurin sulla diagonale principale, Casoli e Nasari in banda, Franceschini e Molinari al centro e Gabbanelli  libero. Coach Zambonardi parte con Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e  Milan in banda e Valsecchi e Mijatovic al centro, con Scanferla a  organizzare la seconda linea.

Palla a palla fino al primo strappo di Milan che sfonda il muro a tre  (8-6); Di Pinto alterna la regia di Partenio con quella di Miscio;  Tiurin picchia, ma il muro di Brescia tocca parecchio. Valsecchi blocca  Casoli (15-11), ma Cisolla incappa nel muro ospite e la Menghi Shoes è  lì a un passo. Dentro Tartaglione per Nasari; Mijatovic piazza il 18-15  e Bisi chiude il 21-17. Milan forza al servizio e Bisi sigilla di  potenza (25-19).

Ripartenza in equilibrio: Valsecchi si fa sentire a muro e complica la  vita all’attacco ospite, ma non basta. Macerata rincorre e supera  (15-16), poi Cisolla riporta avanti i suoi con il primo monster block su  Tiurin (17-16). Un paio di errori costano caro ai Tucani, costretti a  inseguire e di colpo insicuri in tutti i fondamentali (20-23). Tiurin  non sbaglia, conquista il set ball e il lungo linea out di Cisolla  pareggia la conta dei set (21-25).

Ace di Tiurin e botta a seguire per il vantaggio ospite (4-5), poi la  reazione di Brescia che ricomincia a difendere con attenzione e ad  attaccare bene. Valsecchi ferma Casoli, l’opposto russo sbaglia qualcosa  e Milan ritrova potenza e precisione. Brescia allunga (11-6),  Tartaglione entra per far tirare il fiato a Tiurin, che torna in campo  per siglare il 16-12. Scanferla è attento in difesa e recupera la palla  che Cisolla mette giù di prepotenza (18-12). L’ace di Milan spiana la  strada alla Centrale Sferc McDonald’s che sfrutta gli errori degli  ospiti e ritrova la concretezza di tutto il suo attacco. Chiude Milan  con una pipe perfetta (25-15).

Cisolla, Bisi e Valsecchi vanno a segno (9-8), ma gli ospiti non mollano  e conquistano un primo break, recuperato da un block di Milan e dalla  potenza di Bisi (17 pari). Casoli beffa il muro bianco blu ed è di nuovo  rincorsa (17-19). Tocca a Bisi ristabilire ordine e poi è il grandioso  muro di Candeli (entrato per Mijatovic) su Tiurin a concedere a Rodella  (dentro dietro per Milan) un altro turno al servizio. Macerata accusa il  break (21-19), Bisi non si ferma ma è di nuovo parità a 22 e il muro su  Cisolla dà agli ospiti la prima occasione per portare il match al  quinto. Ace sulla riga di Casoli e tutto da rifare. Macerata ci crede e passa avanti con un ace nell’angolino (2-4).

Valsecchi stampa Casoli e piazza la battuta vincente dai nove metri che  dà il vantaggio al cambio campo (8-7). Il doppio muro di Candeli su  Tiurin e Franceschini vale il 11-8; Tiberti giostra un buon turno al  servizio, Bisi e Milan non hanno paura e Cisolla si prende il match  ball. Chiude un rimpallo addosso a Casoli dopo il muro di Mijatovic.

La vittoria da due punti della Golden Plast mantiene invariato il gap  tra Brescia e il quinto posto, ma alla Centrale Sferc McDonald’s, in  virtù anche dello scontro diretto tra Spoleto e Potenza Picena  dell’ultima giornata e del maggior numero di vittorie, basta un punto  per accedere al Play Off.

Nicola Candeli: “Sono soddisfatto perché siamo riusciti a girare il  match anche stasera; avevamo l’opportunità di fare tre punti, ma una  vittoria va comunque bene. Murare Tiurin? Un gran bel rumore per le mie  orecchie”.

Simone Tiberti: “C’è un po’ di rammarico per non aver gestito il  vantaggio nel quarto set, ma di fronte avevamo una squadra sempre capace  di break importanti. Sono contento invece della reazione nel quinto,  quando abbiamo rimesso nei binari un parziale non partito bene”.

CENTRALE SFERC McDONALD’S – MENGHI SHOES 3 – 2
(25-19; 21-25-; 25-15; 23-25; 15-11)

Brescia: Tiberti, Bisi 27, Cisolla 16, Milan 23, Valsecchi 11, Mijatovic  4, Scanferla (L), Candeli 4, Catellani, Rodella. N.e.: Crosatti Signorelli, Bergoli, Bosio. All. Zambonardi

Macerata: Peda, Franceschini 14, Nasari 7, Casoli 13, Miscio 1,  Condorelli ne, Tartaglione 1, Molinari 3, Tiurin 29, Bussolari 2,  Partenio 3, Gabbanelli. All. Adriano Di Pinto.

Muri: Brescia 10, Macerata 11
Ace: Brescia 3, Macerata 4
Battute sbagliate: Brescia 13, Macerata 8
Brescia: attacco 54%, ricezione 61% (perfetta 32%)
Macerata: attacco 46%, ricezione 56% (perfetta 33%)

Durata set: 25’, 28’, 26’, 30’, 16’. Totale: 2 h 05
Arbitri: Arbitri: Roberto Guarneri e Davide Prati

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome