Rubano rame e lasciano 7 tonnellate di cavi in mezzo alla strada

Il rame viene chiamato anche oro rosso: un chilogrammo, infatti, può fruttare ai malviventi 4-5 euro (il prezzo di mercato è di 7-8)

0
Carabinieri in azione, foto generica
Carabinieri in azione, foto generica

Singolare ritrovamento, nelle scorse ore, nel territorio del Comune franciacortino di Cazzago San Martino. Alcuni operai delle ferrovie, infatti, hanno segnalato alle forze dell’ordine che lungo via dei Caduti, vicino alla cava Macogna, era stata abbandonata – in mezzo alla strada – una gran quantità di cavi di provenienza edile.

Sul posto la Polizia locale e i . Dalle prime indagini è emerso che i cavi erano stati tagliati con l’ausilio di un apposito macchinario per estrarre il rame, definito anche oro rosso per il suo significativo valore.

Un chilogrammo di rame, infatti, può fruttare ai malviventi 4-5 euro (il prezzo di mercato è di 7-8) e in questo caso parliamo certamente di diverse tonnellate. Gli involucri trovati, infatti, pesano circa 7 tonnellate.

I tubi, secondo le prime informazioni, sarebbero stati rubati a una ditta di Ferrara. Resta da capire come abbiano fatto ad arrivare fino a Cazzago.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome