La Pinacoteca Tosio Martinengo compie 1 anno: domenica 17 ingresso gratuito

Comune e Fondazione Brescia Musei invitano la cittadinanza a ricordare il ruolo del museo nella costruzione della identità culturale e sociale della città

0
La pinacoteca di Brescia
La pinacoteca di Brescia

Domenica 17 marzo la , nella sua nuova e affascinante veste, compie un anno! e Fondazione desiderano festeggiarla e invitano tutta la cittadinanza a ricordare il ruolo centrale del museo nella costruzione della identità culturale e sociale della città.

Dopo 9 anni di chiusura, la Pinacoteca Tosio Martinengo ha riaperto il 17 marzo 2018, tornando ad essere uno dei principali poli d’attrazione culturale della città. Con la sua importante collezione di opere – Raffaello, Foppa, Savoldo, Moretto, Romanino, Lotto, Ceruti, Hayez, Thorvaldsen, Pelagi, Canella e Canova per citare i nomi più noti -, la Pinacoteca presenta un percorso espositivo che si sviluppa in 21 sale, concepito per restituire al visitatore la complessità del Museo e delle sue collezioni mediante una riflessione sulla loro storia e sugli orientamenti critici che ne hanno determinato la fisionomia dal tardo-gotico al primo Ottocento.

Dal 1 luglio 2018 al 14 marzo 2019 la Pinacoteca ha accolto 35.546 visitatori (nei mesi precedenti l’ingresso era compreso con il biglietto della mostra Tiziano e la pittura del Cinquecento), molti dei quali hanno colto l’occasione delle gratuità durante il periodo di Ferragosto (9.520 visitatori dal 7 al 19 agosto) e della settimana di Natale (11.288 dal 24 al 31 dicembre 2018). Per i prossimi mesi, fino al 30 giugno, sono già 2.401 le persone che hanno prenotato una visita al museo, molte delle quali parteciperanno ad una delle numerose attività predisposte dalla Fondazione.

Sono infatti molte e diversificate le iniziative dedicate al museo, che si sono susseguite dalla data di apertura ad oggi. In primis quelle progettate dai Servizi educativi della Fondazione per le scuole del programma Museo e Scuola – che comprende 27 tipologie diverse di laboratori, 10 diversi percorsi tematici e 7 modalità di visita teatralizzata, a cui si aggiungono le collaborazioni con altre significative istituzioni, quali Ambiente Parco, la Collezione Paolo VI Contemporanea, il Museo Diocesano di Brescia, il Parco Giardino Sigurtà e l’Accademia Carrara di Bergamo. Anche molte iniziative del programma Museo per Tutti dedicato agli adulti e alle famiglie ruotano attorno alla collezione della Pinacoteca, fra cui TALKS Conversazioni ad , che sta riscuotendo un grandissimo successo di pubblico, La Domenica dell’, L’Opera del mese, Weekend in , Nati con la .

La festa di domenica 17 marzo propone un programma di attività completamente gratuito che intreccia i contenuti artistico culturali, cuore del progetto scientifico della Pinacoteca, con i linguaggi del contemporaneo e del futuro.

Ingresso gratuito alla Pinacoteca per tutta la giornata, dlle 10.00 alle 18.00. Operatori culturali, straordinariamente presenti tutto il giorno, accoglieranno i visitatori nelle sale dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00, per illustrare il percorso espositivo e offrire informazioni storico-artistiche e tagli interpretativi sui capolavori della Pinacoteca. Per le famiglie con i bambini, alle ore 15.30 il laboratorio (anch’esso gratuito su prenotazione al CUP) Caccia al tesoro: un divertente itinerario nel quale i partecipanti, con spirito d’osservazione da veri esploratori, attraverso domande, ipotesi e scoperte, sono invitati a scoprire e conoscere le opere.

Alle 16.30 si terrà il saluto delle autorità, seguito dal taglio della torta di compleanno offerta dal maestro e pluripremiato pasticcere Iginio Massari e si brinderà con il vino offerto dalla Strada del Vino dei Colli Longobardi.

Non solo. Autorità e cittadini sono invitati a una visita speciale. Per festeggiare a dovere la Pinacoteca, infatti, ci attende un grande regalo: un nuovo capolavoro arricchirà il percorso museale per i prossimi mesi. Si tratta della meravigliosa Madonna in trono con Bambino e una devota di Francesco Hayez, una paletta esposta per la prima volta dopo il restauro che fu commissionata a Hayez proprio dal Comune di Brescia per adornare la tomba di Giovanni Battista Bossini. La composizione, di essenziale e schematica purezza, si ispira a modelli quattrocenteschi, a cominciare dalla Sacra Conversazione di Cima da Conegliano che il pittore vide a Brera. Questa opera straordinaria, che fu esposta per l’ultima volta a Brescia nel 1946, dal 17 marzo sarà visibile in Pinacoteca, sarà collocata nella sala XXI (insieme agli altri due capolavori di Hayez I profughi di Parga e L’incontro di Giacobbe e Esaù che fanno parte del percorso permanente) e per l’occasione sarà illustrata, alle ore 16.00, dalla conservatrice della Fondazione Brescia dottoressa Roberta D’Adda.

Un’altra sorpresa attende i visitatori: una Madonna “profana” novecentesca, l’immagine di Sofia Loren ripresa da Tazio Secchiaroli nelle vesti e atteggiamenti della Vergine. L’opera sarà esposta da domenica 17 marzo all’ingresso del piano nobile della Pinacoteca come anticipazione del Brescia Photo Festival, di cui la fotografia sarà parte, nel percorso cittadino che Comune di Brescia, Fondazione Brescia Musei e Ma.Co.f stanno costruendo per l’evento, già in programma dal mese di maggio, per la cura artistica di Renato Corsini, quest’anno dedicato al tema “Donne”.

La Madonna di Secchiaroli dialogherà in modo ideale con l’altra Madonna, ancora più recente, rappresentata dall’opera di Vanessa Beecroft, allestita nella Basilica di San Salvatore per la mostra Porti Possibili. 6 artisti per l’accoglienza. Dalla Collezione San Patrignano – Work in progress, allestita al Museo di Santa Giulia. Visto il successo e il gradimento del pubblico rispetto alla collocazione dell’opera Madonna with twins VBSS.002 (2006-2018) nella Basilica, infatti Fondazione Brescia Musei ha proposto al prestatore, Fondazione San Patrignano, di prorogare la sua presenza fino al termine di BresciaPhotoFestival, andando a creare così un legame immateriale, vista la centralità sul tema e l’interessante parallelismo delle “Madonne”, fra il Museo di Santa Giulia e la Pinacoteca Tosio Martinengo.

La giornata si chiuderà con un evento unico ed esclusivo, un “one off” dedicato al pubblico più fedele della Pinacoteca, realizzato con la direzione artistica di MusicalZOO, in programma alle 21.00 (prima replica) e alle 22.15 (seconda replica) nel prestigioso piano nobile della Pinacoteca: il live set elettronico e multimediale di OZMOTIC, duo torinese composto da Riccardo Giovinetto e Simone Bosco, primi italiani a uscire con la prestigiosa etichetta Touch, label londinese leader nella musica elettronica e sperimentale. “Elusive Balance” è la performance spettacolare, della durata di 45 minuti, che si potrà vivere esclusivamente in Silent Mode – con l’utilizzo delle cuffie WiFi – grazie alla collaborazione tecnica di SilentSystem-, per una full immersion sensoriale nell’arte antica, fra le grandi pale di Moretto e Romanino. OZMOTIC è un progetto artistico multidisciplinare che affonda le sue radici nella musica elettronica e strumentale. “Elusive Balance” fonde le influenze metropolitane con gli spazi incontaminati della natura creando mondi sonori intensi e raffinati. La partecipazione all’evento è gratuita con prenotazione obbligatoria al CUP. I posti disponibili sono 100 e ognuno può prenotare per un massimo di due persone. Si comunica che, nel caso in cui ci sia una richiesta più alta della disponibilità, sarà aperta una lista d’attesa.

Con l’occasione si ringraziano le realtà che, nella logica di sostenibilità economica che è sempre più centrale per la Fondazione Brescia Musei, hanno contribuito alla realizzazione di quest’evento: MusicalZOO per la curatela artistica del concerto di Ozmotic, Tedoldi Ermanno Impianti e SilentSystem per la partnership tecnica del concerto di Ozmotic, Iginio Massari – Pasticceria Veneto e Strada del Vino Colli Longobardi per il momento conviviale della Festa.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome