Ampliamento della discarica, arrestato manager pubblico bresciano

Il 50enne avrebbe promesso a Tamburrano 5mila euro al mese, più un'autovettura di lusso e un appartamento se questi si fosse attivato

0
Carabinieri in azione, foto generica
Carabinieri in azione, foto generica

Un manager 50enne della società rovatese Linea Ambiente (gruppo Lgh, controllato da A2A) è stato arrestato insieme all’ex presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano.

Secondo le accuse – ovviamente ancora tutte da dimostrare – il 50enne avrebbe promesso a Tamburrano 5mila euro al mese, più un’autovettura di lusso e un appartamento se questi si fosse attivato per far approvare l’autorizzazione all’ampliamento della discarica di Grottaglie.

I dettagli da chiarire da parte degli investigatori, comunque, sono ancora molti. Resta da capire, ad esempio, che convenienza avesse il manager (direttore dell’impianto in questione) a cercare di corrompere il politico e con che risorse potesse eventualmente farlo, lavorando per una società pubblica.

Nell’ambito dell’operazione è stato arrestato anche  un dirigente della provincia pugliese.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome