Streparava investe 6 milioni su telaio digitale per guida autonoma

L’investimento consentirà all’azienda di dar corpo a un progetto presentato a Las Vegas nel corso di CES 201

0
Il telaio digitale - foto da ufficio stampa
Il telaio digitale - foto da ufficio stampa

Un digital chassis, ovvero un «telaio digitale», che integra le funzionalità legate alla guida autonoma, connettività e digitalizzazione. Un prodotto destinato ai veicoli leggeri che opereranno in contesti urbani, privati e industriali. È questo il progetto che ha convinto Streparava Holding S.p.A., azienda italiana leader nella progettazione e produzione di sospensioni, componenti powertrain e chassis, ad investire in e-Shock, società che nel corso degli ultimi anni ha potuto contare su una stretta e continuativa collaborazione con il Politecnico di Milano e l’Università di Bergamo.

L’operazione di investimento di Streparava, già azionista di e-Novia, inietta subito nel capitale della società due milioni di euro che diventeranno sei entro i prossimi due anni al raggiungimento di milestone concordate tra i partner. L’investimento consentirà all’azienda di dar corpo a un progetto presentato a Las Vegas nel corso di CES 2019. In tale occasione e-Shock ha lanciato il progetto digital chassis che consentirà ai nuovi player della mobilità di adottare la soluzione integrata di controllo veicolare e guida autonoma, con elevata flessibilità, forte riduzione degli investimenti e del time-to-market.

«Si tratta di un’operazione di grande importanza, non solo per e-Shock ed e-Novia, che nella combinazione di ingegneria, digitalizzazione e automazione veicolare esprime una delle sue capacità distintive, ma anche per l’evoluzione del tessuto industriale italiano che investe in tecnologie di frontiera come la guida autonoma – commenta Vincenzo Russi, Ceo di e-Novia -. e-Shock è ora pronta a compiere un importante salto in avanti grazie alla scelta strategica compiuta proprio da uno dei soci di e-Novia: con questo investimento Streparava scommette con noi su un progetto che coniuga visione e concretezza del mercato. Questa operazione, come altre in e-Novia, sono la dimostrazione dell’approccio allo sviluppo dell’impresa innovativa che non guarda solo agli aspetti finanziari, ma vede nel continuo investimento tecnico, scientifico ed industriale uno dei percorsi più attraenti per l’ecosistema italiano».

«I macro-trend che stanno attraversando il mondo automotive (elettrificazione, guida autonoma, auto connessa, gestione dei dati) avranno un altissimo impatto sia a livello di prodotto finito che di filiera, cambiando radicalmente le necessità degli utilizzatori e quindi quelle degli OEM (original equipment manufacturer). Con questo importante investimento Streparava vuole rispondere alle future sfide del mondo automotive facendo leva sulla conoscenza tecnologica di e-Novia ed e-Shock e sulla sua sessantennale esperienza nel settore, diventando fornitore di soluzioni innovative chiave per la mobilità del futuro» commenta , Ceo del Gruppo Streparava.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome