Garda, in casa incontri troppo hot: 45enne cinese finisce in manette

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la donna gestiva la "collega" con cui riceveva i clienti in una casa di appuntamenti di Peschiera

0
Massaggi cinesi a Brescia
Massaggi cinesi a Brescia

Sono scattate le manette, nelle scorse ore, per una 45enne di origine cinese. Per la donna l’accusa è quella di sfruttamento della prostituzione: secondo quanto ricostruito dai carabinieri, infatti, era lei a gestire la “collega” con cui riceveva i clienti in una casa di appuntamenti nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Peschiera.

Il blitz è scattato nelle scorse ore e hanno preso le mosse dalle segnalazioni dei vicini di casa, insospettiti dallo strano viavai. Ma anche dai numerosi – e inequivocabili – annunci hot pubblicati su alcuni internet specializzati proprio in questo (da bakeka a bakekaincontri), anche se corredati da foto false.

Le indagini sono durate circa due mesi. L’incursione dei carabinieri è avvenuta di notte: il giudice ha disposto per la maitresse (che ogni tanto offriva anche direttamente le proprie grazie) la carcerazione in attesa del processo.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome