Antagonisti contro Politi (Tar): parole discriminatorie, deve lasciare l’incarico

L'iniziativa è promossa dal Csa Magazzino 47 e dall'Associazione Diritti per tutti ed è finalizzata a protestare contro le dichiarazioni di Politi

0
I militanti di Diritti per tutti duranrte una manifestazione contro la legge Salvini
I militanti di Diritti per tutti duranrte una manifestazione contro la legge Salvini

La sinistra antagonista annucia per domani, mercoledì 27, un presidio davanti alla sede del Tar di Brescia, in via Carlo Zima, per chiedere le dimissioni del presidente del Tribunale amministrativo Politi.

L’iniziativa è promossa dal Csa Magazzino 47 e dall’Associazione Diritti per tutti ed è finalizzata a protestare contro le dichiarazioni di Politi, che tante polemiche hanno suscitato, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario.

“Per lui – attaccano gli antagonisti in una nota – i diritti fondamentali delle persone sono ‘penose litanie’ e la legge deve tutelare prioritariamente i ‘cittadini italiani nati da genitori italiani'”. Parole che, stando agli esponenti dell’estrema sinistra sarebbero frutto di una “mentalità discriminatoria”. Da qui la richiesta: “Politi non può presiedere un Tar tanto meno a Brescia, città della convivenza interculturale con oltre 36 mila cittadini immigrati”.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome