La destra bresciana piange Luigi Pelamatti

Ingegnere e politico di lungo corso che tra i vari incarichi ha ricoperto anche quello di sindaco di Darfo Boario Terme: aveva 90 anni

1
Comunità in lutto
Comunità in lutto

Il mondo della destra bresciana piange Luigi Pelamatti, ingegnere e politico di lungo corso che tra i vari incarichi ha ricoperto anche quello di sindaco di Darfo Boario Terme.

Pelamatti, scomparso questa mattina all’età di 90 anni, era stato anche alpino. Al suo mandato da sindaco sono legati anche decisioni che hanno suscitato vivaci polemiche, come quella di spostare il monumento ai caduti alla scuola di Corna di Darfo.

“Con la morte dell’Ing. Luigi Pelamatti – ricorda Viviana Beccalossi – scompare l’ultimo vero galantuomo della Destra bresciana. Sempre coraggioso e fermo nel difendere i nostri Ideali e Valori con raro garbo umano e politico, ha combattuto con lucida onestà intellettuale dai banchi del consiglio regionale della Lombardia e del consiglio comunale di Brescia, per poi essere eletto sindaco a Darfo, primo e unico sindaco esponente dell’Msi in provincia di Brescia. Caro Luigi, mi piace immaginarti anche ora, come sempre, sorridente e appassionato, dissertare di politica con Giorgio Almirante, Pino Rauti, Altero Matteoli e tanti altri amici che hanno dedicato tutta la loro vita alla Politica”.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Chissà se nell’aldilà, prima di dissertare di politica, ci si può salutare con un bel “eia, eia alalà” un “a noi !” ed il braccio destro teso…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome