Omicidio di Lala a Manchester, l’autopsia conferma: è stata strangolata

Intanto un ragazzo di 21 anni, che era stato fermato dalla Polizia inglese insieme ad un 25enne poi rilasciato, resta in carcere e sarà processato a giugno

0
Momento di preghiera per Lala Kamara 16/03/2019 - ph Fotolive Pietro Canali
Momento di preghiera per Lala Kamara 16/03/2019 - ph Fotolive Pietro Canali

L’ eseguita sul corpo di Lala, la 26enne bresciana di origini senegalesi morta a Manchester, ha confermato i sospetti: la giovane è stata strangolata.

La notizia – riportata da Il Giorno Brescia – è stata comunicata alla famiglia della ragazza dalle autorità britanniche, che stanno cercando di ricostruire gli eventi che hanno portato all’uccisione di Lala.

Con questo nuovo tassello, l’immagine del puzzle è ancora più chiara e l’ipotesi che si sia trattato di una rapina finita male è sempre più plausibile. Intanto un ragazzo di 21 anni, che era stato fermato dalla Polizia inglese insieme ad un 25enne poi rilasciato, resta in carcere e sarà processato a giugno.

Dagli interrogatori è emerso che il 21enne frequentava spesso l’appartamento in cui la bresciana viveva insieme ad altre ragazze.

Dopo una partecipata cerimonia di addio alla giovane tenutasi a Lonato, i funerali saranno celebrati domani in Senegal.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome