Braone, furto di rane e uova dallo stagno

Ora l'apprensione è anche per un altro stagno che è quello in zona Servil, non troppo distante da quello di Braone

0
Furto di rane e uova da uno stagno di Braone
Furto di rane e uova da uno stagno di Braone

Un’altra devastazione ai danni della piccola fauna quella si è registrata a Braone, in Valle Camonica.

Da uno stagno in località Negola (inserito all’interno del parco dell’Adamello) nei giorni scorsi, probabilmente già venerdì, sono infatti stati rubati tutti gli esemplari adulti di rane da stagno e le centinaia di uova da loro depositate.

Tanta la preoccupazione per questo atto di vandalismo (ma non è escluso che si è trattato di un furto su commissione da parte di qualche d’uno che cercava rane per cucinarle), avvenuto a distanza di circa un anno da un altro episodio che si era verificato nel laghetto Medér. Ora l’apprensione è anche per un altro stagno, quello in zona Servil, non troppo distante da quello di Braone (situato a 600 metri di altezza)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome