Banco del riuso in Franciacorta, un successo: in un anno 4mila scambi

Spenta la prima candelina per questa attività voluta e coordinata da Fondazione Cogeme all’interno del progetto “Verso una economia circolare”

0
Il Banco del riuso, promosso da Fondazione Cogeme, foto da ufficio stampa
Il Banco del riuso, promosso da Fondazione Cogeme, foto da ufficio stampa

“Suonava” strano pensare che “RIUSO³ – Banco del riuso in Franciacorta, inaugurato il 3 febbraio del 2018, potesse arrivare in così poco tempo a riscontrare un tale livello di interesse: 6 comuni coinvolti (e altri in arrivo), quasi 4000 scambi (tra entrata e uscita), 18 associazioni, 6 sportelli sociali attivati …Un vero e proprio spazio di comunità dedicato a chi preferisce scambiare invece che comprare e sprecare.

Uno sforzo economico  e progettuale di grande respiro e altrettanto impegnativo che ha visto la in prima linea, soprattutto nel credere sin da subito a questa sperimentazione sociale ambientale e culturale…e siamo solo all’inizio…” Così Il Vice Presidente Elvio Bertoletti in fase di “primo bilancio”, riferendosi al contributo di Fondazione Cariplo (chiuso lo scorso dicembre 2018) e ringraziando al contempo Cogeme Spa e il suo Presidente (intervenuto nei saluti iniziali), Linea Gestioni (per il supporto tecnico durante le fasi di avvio) e la  Cooperativa Sociale CAUTO, partner che collabora fattivamente alle attività del Banco. I cittadini dei comuni di Rovato, Berlingo, Castegnato, Cazzago San Martino, Paderno Franciacorta e Passirano hanno avuto la possibilità di testare positivamente questi primi dati così come sottolineato dal Sindaco di Paderno Franciacorta Silvia Gares presente all’iniziativa.

Ecco di seguito alcune specifiche relative al funzionamento del banco, ai dati (a dicembre 2018) e infine una breve descrizione della nuova Associazione “Riuso3”.

Il Banco del riuso, promosso da Fondazione Cogeme, foto da ufficio stampa
Il Banco del riuso, promosso da Fondazione Cogeme, foto da ufficio stampa

COME FUNZIONA IL BANCO DEL RIUSO?

Possono partecipare attivamente agli scambi del Banco gli operatori dei servizi sociali dei comuni aderenti, le associazioni volontaristiche del territorio di riferimento e i privati cittadini interessati a dare un contributo all’attività e che risiedono anche al di fuori della rete.

Al Banco del riuso in Franciacorta è possibile scambiare oggetti e beni, ma anche tempo, attrezzature, competenze, spazi, servizi e tanto altro.  Ogni operazione di scambio, che esclude sia l’uso di denaro che la gratuità, si basa sull’assegnazione standardizzata di un punteggio denominato Felicità Interna Lorda (FIL).

Tutti gli scambi che avvengono all’interno del Banco sono tracciati attraverso l’utilizzo della tessera identificativa che viene rilasciata alle associazioni e ai servizi sociali, previa registrazione, mentre i privati possono aderire utilizzando la propria Carta Nazionale dei Servizi dopo aver effettuato la registrazione.

ALCUNI DATI SUL BANCO DEL RIUSO

IL TESSERAMENTO

Dal 03 febbraio 2018 al 22 dicembre 2018 è stato raggiunto il numero di:

Num. 168 TESSERATI di cui: 18 Associazioni, 6 Servizi sociali, 151 privati di cui 107 donne e 44 uomini;

Num. 18 UTENTI è l’affluenza media ad ogni apertura.

Dall’apertura al pubblico, il flusso delle scrizioni è stato continuo e costante nella crescita.

Gli scambi

Num 2.835 sono gli scambi effettuati in entrata, con una media di:

Num. 17 gli scambi medi attribuiti ad ogni iscritto;

Num. 257 gli scambi medi mensili dal 03 febbraio al 22 dicembre 2018.

Num 1.511 sono gli scambi effettuati in uscita, con una media di:

Num. 9  gli scambi medi attribuiti ad ogni iscritto;

Num. 137 gli scambi medi mensili dal 03 febbraio al 22 dicembre 2018.

Gli scambi che vengono effettuati in ENTRATA riguardano:

  • 42% oggetti
  • 34% vestiti
  • 12% ore
  • 2% cibo
  • 3% mobili
  • 4% donazioni

Gli scambi che vengono effettuati in USCITA riguardano

  • 47% oggetti
  • 24% vestiti
  • 15% ore
  • 3% cibo
  • 3% mobili
  • 5% donazioni

Scambio ore

Durante il periodo di attività del banco da febbraio 2018 al 22 dicembre 2018, da parte degli iscritti, sono state scambiate 429,5 ore in attività. Per lo scambio ore/tempo, ma anche per il prestito di spazi e attrezzature e la possibilità di chiedere o offrire passaggi auto, è necessario essere iscritti ad una associazione.

In accordo con i Servizi Sociali e le Associazioni, è stato possibile inserire persone in situazioni di difficoltà, ad oggi le persone che hanno effettuato scambio ore sono in maggior parte cittadini non segnalati dai servizi ma che hanno condiviso pienamente i valori e le finalità del banco.

Le attività effettuate attraverso lo scambio ore sono state:

  • L’ apertura al pubblico e la gestione di attività del Banco: presso la sede del Banco attraverso un gruppo di 7 iscritti.
  • Il ritiro delle eccedenze alimentari presso le mense scolastiche. Tale attività ha coinvolto 3 volontari ed ha supportato quattro nuclei familiari in due dei Comuni coinvolti nel progetto (Passirano e Castegnato).
  • La partecipazione a eventi sul territorio, in particolare il Banco del Riuso ha partecipato a n. 3 eventi (Cose mai viste presso il Castello di Padernello; Festa delle Associazioni di Rovato; mercatino per la raccolta fondi di un progetto in Africa). Il banco ha partecipato ad eventi sia per la divulgazione del progetto che per il supporto degli stessi.
  • L’organizzazione di eventi al Banco o con le associazioni iscritte. Sono stati organizzati n. 3 eventi che hanno coinvolto associazioni, enti, amministrazioni e privati cittadini. Nello specifico: un aperitivo al banco per favorire la conoscenza e la condivisione tra associazioni, amministrazioni e privati; un incontro per le associazioni per pianificare progetti con il banco; una cena per gli iscritti che hanno collaborato con il banco per lo scambio ore/tempo.

Associazione “Riuso3”: è stata costituita ufficialmente lo scorso 15 Febbraio 2019 e vede fra i fondatori Fondazione Cogeme Onlus, cooperativa Cauto e la Fondazione Nymphe Castello di Padernello. “Riuso3” vuole creare un modello orientato alla solidarietà e alla condivisione, al non spreco, al riutilizzo, consentendo alla stessa attività del Banco una maggiore dinamicità di azione sia in fase di divulgazione sia di fundraising dedicato allo sviluppo del progetto in essere.

Contatti e aperture:

RIUSO³  –  Banco del riuso in Franciacorta

Via XXV Aprile, 146 – Rovato (BS)

Giorni di apertura: mercoledì (15.00-18.00) e sabato (9.00-12.00)

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome