🔴 Calcio, Rezzato-Mantova ad alto rischio: la Polizia avvisa i tifosi

Gli ultrà mantovani hanno annunciato la volontà di recarsi in massa allo stadio, non rispettando le prescrizioni delle autorità competenti

0
Polizia in tenuta antisommossa, foto generica
Polizia in tenuta antisommossa, foto generica

Si annuncia come un incontro ad alto rischio quello che, in seriee D, vedrà contrapposti il Rezzato e il Mantova.E la Polizia, con una nota, avvisa senza mezzi termini i tifosi: in caso di violazioni delle prescirizioni, “l’autorità provinciale di pubblica sicurezza adotterà ogni provvedimento normativamente previsto al fine di tutelare l’ordine e sicurezza pubblica”.

Il match si svolgerà presso il centro sportivo comunale bresciano il prossimo 7 aprile alle 15.00. Ma la tensione tra i tifosi mantovani e la dirigenza della SDL Rezzato, già proprietaria del Mantova, è forte.

Per questo il 27 marzo l’autorità, alla presenza dei responsabili delle due società, ha emesso una serie di restrizioni.

Lo stadio comunale di Rezzato presenta normalmente una capienza di 558 posti a sedere e 101 in piedi in un’unica tribuna: per favorire l’accesso allo stadio in condizioni di sicurezza al maggior numero possibile di tifosi ospiti, è stata prevista la realizzazione di una struttura mobile aggiuntiva, con l’aumento dei posti per gli ospiti daa 220 a 320 e biglietti “acquistabili solamente previa l’esibizione di un documento d’identità”. Ma la decisione ha suscitato forti malumori nella tifoseria ospite.

Il gruppo ultras “Ultras Mantova 1973”, infatti, in segno di protesta, ha pubblicato sul web un comunicato nel quale, oltre a contestare la prefata dirigenza, invita tutti i tifosi mantovani a non acquistare i tagliandi ma, a recarsi a Rezzato per manifestare tutto il proprio disappunto. La Polizia, per questo, avvisa gli ospiti: in caso di mancato rispetto del provvedimento verrà adottato il pugno duro.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome