Sony punta a fotocamere da 100 megapixel per combattere gli smartphone

Con l’aumento dei megapixel negli smartphone, i produttori di fotocamere stanno cercando una ancora di salvataggio: ecco la soluzione di Sony

0
Una lente, foto generica da Pixabay

Con l’aumento dei megapixel negli smartphone, i produttori di fotocamere stanno cercando una àncora di salvataggio. La stessa Sony per contrastare quanto sta avvenendo, starebbe realizzando un sensore particolare, la cui risoluzione raggiungerebbe i 100 MP un comparto veramente importante per una macchina fotografica alla portata di tutti.

Qualcuno si soffermerebbe ai numeri, ma in realtà i fattori da valutare sono ben oltre quest’ultimi. Non tutti sono a conoscenza che la multinazionale giapponese è leader nel campo della tecnologia dei circuiti elettronici conosciuti come CMOS (complementary metaloxide semiconductor).
Dopo le ultime uscite di Smartphone con 3 fotocamere e un comparto di tutto rispetto, Sony come le sue concorrenti di mercato stanno correndo ai ripari per evitare una emorragia di utenti interessati al mondo della fotografia rapida. ( Sappiamo che i veri amanti delle fotografie non si abbasseranno mai ad utilizzare uno smartphone per fare delle fotografie, nemmeno per comodità )

Il nuovo sensore Sony per fotocamere: consumer full frame 100 MP

Gli amanti della fotografia ammireranno certamente il sensore di Sony che a sua volta implementerà nelle lenti fotografiche e il cui nome è identificato come IMX555CQR. I pixel saranno quadrati e la tecnologia adottata sarà consumer full frame.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la risoluzione, che stando a quanto dichiarato dal colosso nipponico sarà di ben 12288×8192. Ciò ci fa pensare che Sony non stia dedicando i suoi sforzi esclusivamente al mondo delle console, bensì anche al mondo della fotografia.

Ci aspetteremo in un futuro, che anche i migliori monitor per PlayStation 4 vengano realizzati adottando queste innovative tecnologie. Soprattutto se pensassimo al fatto che Sony ha intenzione di affermarsi ancora una volta, come produttore numero uno di fotocamere.

Come verranno gestiti i pixel?; Sony pensa ad un’altra soluzione

Tutti più o meno immaginano, che gestire tutti questi pixel richiede non solo molto tempo, ma soprattutto un investimento in risorse economiche. La multinazionale conglomerata giapponese ha pensato anche a quest’altra soluzione.

Per leggere i frammenti digitali nel modo più veloce possibile, il sensore IMX555CQR di Sony lavorerà ed elaborerà le informazioni a 16 bit riuscendo a decifrarli anche qualora il file RAW sia d’eccellente qualità e livello.

La registrazione usufruita dal sensore iper tecnologico di Sony è di ben 6K a 12 bit.
Chiaramente la realizzazione di quest’ultimo sistema prevederà la vendita anche ad altri produttori di fotocamere. Il primo pensiero va certamente a Nikon, che da tempo si rifornisce dal colosso giapponese per le reflex.

Le fotocamere da 100 MP sul mercato, non sono come quelle di Sony

Qualcuno potrebbe pensare che il sensore di Sony a 100 MP e adatto alle consumer full frame sia superficiale. In realtà le fotocamere attuali sul mercato, nonostante abbiano gli stessi megapixel, allo stesso tempo utilizzano un sensore di piccole e medie dimensioni.

Attualmente Sony ha già sul mercato delle fotocamere con questi sensori, ma vengono montate su apparati molto costosi e che non vengono comprate dagli utenti medi o amanti della fotografia.
Una sfida quella di Sony per avvicinare la qualità anche ad un mercato di consumatori per niente disposti a pagare una fotocamera qualche migliaio di euro.

Una tecnologia che non raggiungerebbe neppure lontanamente i numeri del nuovo componente appena realizzato dalla società nipponica.
Dal momento in cui parliamo di un sensore full frame, Sony potrebbe aver pensato ad adattare (al momento) in fotocamere sia reflex che compatte.
Ormai le fotocamere con l’ampio dilagare dei video su Youtube sono tornate di moda, sia Reflex che compatte vengono utilizzate per registrare i video più famosi che vediamo quotidianamente su Youtube, infatti a differenza di quello che possiamo pensare, molti video vengono registrati da fotocamere professionali che grazie alle loro caratteristiche tecniche offrono una qualità di registrazione anche superiori alle videocamere in commercio. (info.redazionale)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome