Clandestini e pericolosi, quattro stranieri accompagnati in frontiera dalla Polizia

Continua l’attività di controllo del territorio delle forze di Polizia finalizzata ad "allontanare dal territorio bresciano clandestini gravati da precedenti di polizia"

0
Immigrati
Immigrati

Continua l’attività di controllo del territorio delle forze di finalizzata ad “allontanare dal territorio bresciano clandestini gravati da precedenti di che contribuiscono ad accrescere la percezione di sicurezza della popolazione bresciana”. Grazie alla sinergia istituzionale, questa settimana sono stati accompagnati in frontiera quattro clandestini, mentre per altri tre è stato disposto il trattenimento in un Cpr.

Accompagnamenti frontiera

07.04.2019

D.A.D.L., nato in Senegal il 22.10.1992, sedicente, (copia passaporto agli atti dell’Ufficio Immigrazione in quanto lo stesso era titolare di un permesso di soggiorno rifiutato dal Questore di Brescia in data 22.04.2018) con precedenti penali per furto aggravato, stupefacenti, violenza minaccia a P.U., falsificazione carte di credito, già colpito da altri provvedimenti di espulsione ai quali non ha mai ottemperato.

Lo straniero, dopo la notifica del provvedimento di espulsione, previo ritiro del lasciapassare presso il Consolato del Senegal di Milano è stato accompagnato in frontiera.

09.04.2019

G.G., nato in Albania il 06.04.1991, sedicente,  con precedenti per stupefacenti, e colpito dalla misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Brescia.

Fermato durante un normale controllo dai Carabinieri di Brescia N.O.R., previa concessione del N.O. dalla competente A.G., è stato accompagnato alla frontiera di Milano Malpensa.

09.04.2019

N.B.E.B.E., nato in Egitto il 15.05.1980, titolare di passaporto Egiziano in corso di validità e di  permesso di soggiorno rumeno in quanto coniuge di cittadina rumena.

Con precedenti penali per lesioni personali, minaccia, favoreggiamento ingresso e permanenza illegale di cittadini clandestini, porto di armi ed oggetti atti ad offendere, da ultimo responsabile di un accoltellamento in  via Milano ai danni di un italiano in data 23.03.2019.

Fermato dalla Squadra Mobile di Brescia nel Comune di Torbole Casaglia, è stato munito un provvedimento di allontanamento ai sensi dell’art. 20, commi 3, 11 L.30/2007 per motivi imperativi di pubblica sicurezza emesso dal Prefetto di Brescia e accompagnato, previa acquisizione del N.O. da parte dell’A.G., alla frontiera di Milano Linate con destinazione finale  Bucarest (Romania).

09.04.2019

M.E., nato il 13.05.1989 in Albania, titolare di passaporto in corso di validità.

Detenuto presso la Casa Circondariale di Brescia Canton Mombello con precedenti penali per stupefacenti, condanna per furto in abitazione furto aggravato.

Munito di un provvedimento di espulsione a titolo di sanzione alternativa alla detenzione ai sensi art 16 c.5. D.Lgs 286/98 è stato accompagnato alla frontiera di Bergamo-Orio al Serio.

Trattenimenti presso C.P.R.

09.04.2019

S.E., nato il 01.01.1998 in Nigeria, sedicente, con precedenti per produzione e spaccio stupefacenti, violenza e resistenza P.U..

Lo straniero, richiedente Protezione Internazionale, si è presentato spontaneamente presso al IV^ Sezione dell’Ufficio Immigrazione dove gli è stato notificato il decreto di non riconoscimento della protezione internazionale (Procedura accelerata art.32, comma 1 bis D.Lgs 25/2008) emesso dalla Commissione Territoriale di Brescia in data 27.03.2019.

Munito di decreto di espulsione è stato accompagnato presso il CPR di Bari.

09.04.2019

S.S., nato in Russia il 20.10.1978, sedicente, già destinataria di un rifiuto del Questore di Brescia, notificato in data 25.02.2019 dalla di Bergamo.

Con precedenti penali per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, uso di atto falso, sanzioni per guida sotto l’influenza dell’alcool.

Lo straniero fermato dalla Stazione Carabinieri di Sirmione (BS) per l’ennesima volta in stato di ubriachezza e per disturbo alla persona.

Già munito di precedenti provvedimenti di espulsione ai quali non ha mai ottemperato, è stato trattenuto presso il CPR di Trapani.

09.04.2019

S.E.O., nato in Ghana il 04.03.1984, sedicente.

Con numerosissimi precedenti penali dal 2009 ad oggi per furto aggravato .

Rintracciato e fermato dalla Squadra Volante in via Diaz presso il supermercato “Penny Market” per l’ennesimo furto di alcolici e generi alimentari.

Già munito di precedenti provvedimenti di espulsione ai quali non ha mai ottemperato, è stato trattenuto presso il CPR di Potenza.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome