Brescia, “togli i piedi dal sedile”: 80enne picchiato da banda di ragazzini sul bus

Alla fermata successiva gli aggressori sono scesi intimandogli il silenzio. Il tutto sotto gli occhi di decine di persone e senza che nessuno muovesse un dito

0
Brescia, un autobus affollato
Brescia, un autobus affollato

“Togli i piedi dal sedile”. Per questo un bresciano 80enne sarebbe stato aggredito a calci e pugni e insultato su un autobus della rete cittadina di Brescia.

A riportare l’episodio sono diverse fonti. Secondo la prima ricostruzione l’aggressione sarebbe avvenuto lunedì 15 aprile, intorno alle 18, su una delle corse di Brescia Trasporti, e la vittima sarebbe un anziano salito alla fermata di viale Caduti del lavoro, a Fiumicello.

Il bus, in quel momento, era pieno e l’anziano avrebbe invitato una ragazzina a togliere i piedi dal sedile per permettergli di prendere posto. Un invito forse fatto con troppa veemenza, ma che non giustifica in alcun modo quanto accaduto poi. La richiesta di fargli spazio, infatti, si è rivelata inutile e quando l’uomo si è permesso di colpire le gambe della ragazza è scattato il putiferio.

In difesa della giovane, infatti, si sarebbe subito mosso un gruppo di coetanei – tutti minorenni – che avrebbe iniziato a insultare l’anziano e poi a colpirlo con calci e pugni. Alla fermata successiva, quindi, gli aggressori sarebbero scesi dal mezzo intimandogli il silenzio. Il tutto sotto gli occhi di decine di persone e senza che nessuno muovesse un dito.

L’anziano, intervistato dal Giornale di Brescia, ha denunciato l’accaduto, sottolineando però il timore di ritorsioni da parte degli aggressori.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome