Esternalizzazione del lavoro, rinnovata la partnership tra Confagricoltura e Umana

Il direttore Trebeschi: “La nostra organizzazione è in prima linea per fornire agli associati tutte le informazioni necessarie relative ai nuovi strumenti"

0
L'agricoltura è un settore nodale dell'economia bresciana
L'agricoltura è un settore nodale dell'economia bresciana

In provincia di Brescia sta aumentando il ricorso a contratti di lavoro a tempo determinato nel settore agricolo, soprattutto a causa del rinnovato sviluppo dei settori ortofrutticolo e vitivinicolo, così come l’affidamento di lavorazioni a società esterne. Il quadro è emerso questa mattina, nel corso del convegno organizzato da Brescia con la collaborazione dell’agenzia per il lavoro Umana dedicato all’esternalizzazione dei processi produttivi in .

“Confagricoltura Brescia – ha detto in apertura il direttore Gabriele Trebeschi – è da sempre attenta per fornire ai propri associati tutte le informazioni necessarie relative ai nuovi strumenti a disposizione in materia di somministrazione del lavoro e appalto dei servizi”.

“Diviene sempre più importante una corretta conoscenza delle norme – ha detto Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana – che sono in continua evoluzione e per questo crediamo nella collaborazione tra la nostra realtà e le organizzazioni professionali come Confagricoltura”.

Serafino Bertuletti, responsabile dell’area sindacale di Confagricoltura Brescia, ha sottolineato come anche a Brescia stia crescendo il lavoro a tempo determinato (pari al 60% del totale in agricoltura), ma permane ancora una quota importante di contratte a tempo indeterminato a causa della presenza di numerose aziende zootecniche.

Nel corso del convegno è stato fatto il punto sulle tre forme di esternalizzazione del lavoro: il contoterzismo, i contratti di appalto ed i contratti di somministrazione. “Queste ultime due forme – è stato spiegato dall’avvocato Flavio Pimpinella dell’ufficio legale di Umana – sembrano simili ma in realtà hanno una natura molto diversa dal punto di vista giuridico ed è quindi facile che l’appalto sia illecito o venga considerato una somministrazione fraudolenta”.

Sono stati approfonditi tutti i dettagli relativi alle differenti forme di esternalizzazione, con particolare attenzione alla documentazione obbligatoria e alle possibili sanzioni in caso di irregolarità.

Confagricoltura Brescia ed Umana hanno inoltre rinnovato la propria partnership attraverso una convenzione per consentire alle imprese associate di usufruire a prezzi vantaggiosi di forniture di manodopera.

“Si tratta di tematiche molto complesse – ha concluso Francesco Martinoni, presidente onorario di Confagricoltura Brescia – ed è per questo che è sempre importante rivolgersi a specialisti per evitare di commettere errori che possono avere gravi conseguenze per le imprese: agli associati offriamo i nostri servizi interni rafforzati dalla collaborazione con Umana”.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome