Immigrati irregolari pericolosi nel Bresciano, altri cinque nei Cpr e un espulso

In questo articolo il bilancio settimanale dell'attività della Questura di Brescia per quanto riguarda gli stranieri non in regola e con precedenti

0
Polizia
Polizia

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio messa in campo nei giorni scorsi dalle forze di Polizia, sono stati rintracciati a Brescia e provincia, numerosi cittadini extracomunitari irregolari sul Territorio Nazionale e gravati da precedenti di polizia. Tali  provvedimenti, sono stati  adottati per motivi di ordine e sicurezza pubblica a causa della  pericolosità sociale di alcuni di questi soggetti.

Gli espulsi di questa settimana sono sei di cui: 5 trattenuti presso C.P.R. e 1 con esecuzione immediata alla frontiera.

Trattenimento presso C.P.R. – 14.04.2019

N.M., nato in Tunisia il 29.05.1981, sedicente (identificato da quest’Ufficio tramite il Consolato della Tunisia di Milano); precedenti penali per lesioni personali, stupefacenti, falsa attestazione a P.U., già colpito da altri provvedimenti di espulsione ai quali non ha mai ottemperato. Soggetto fermato da personale dei Carabinieri di Brescia N.O.R. a seguito di intervento per persone sospette introdotte all’interno di un sito privato e/o dismesso in via Volturno, 39. Notificato nuovo decreto di espulsione con trattenimento presso il CPR di Potenza.

Accompagnamento frontiera – 15.04.2019

N.I., nato in Senegal il 27.12.1984, titolare di passaporto ordinario in corso di validità,  destinatario di un primo provvedimento di diniego dell’istanza di rinnovo del permesso di soggiorno emesso dal Questore di Brescia in data 20.02.2015 e notificato il 22.08.2018, con intimazione ad abbandonare il T.N. entro 10 giorni dalla data di notifica, al quale non ha ottemperato. Soggetto con precedenti penali per stupefacenti e falsa attestazione a P.U.. Presentato presso questi uffici a seguito di convocazione, notificato nuovo decreto del 26.03.2019 di inammissibilità per manifesta infondatezza della domanda di rinnovo del permesso di soggiorno e munito di decreto di espulsione con accompagnamento immediato alla frontiera aerea di Mi-Malpensa.

Trattenimento presso C.P.R. – 18.04.2019

M.C.T.N., nato in Senegal il 12.12.1993, in possesso di fotocopia di passaporto ordinario scaduto di validità, con precedenti penali per possesso e fabbricazione di documenti falsi, già colpito da altro provvedimento di espulsione alla quale non ha ottemperato. Fermato dalla Stazione Carabinieri di Mazzano a seguito di segnalazione da parte del fratello. Emesso nuovo decreto di espulsione con accompagnamento presso il CPR di Bari.

Trattenimento presso C.P.R. – 18.04.2019

Z.H., nata in Ucraina il 30.07.1984, (alias S.L. nata in Ucraina il 30.07.1984), in possesso di fotocopia passaporto ordinario riportante il nominativo di ZABORNA, con precedenti penali per violazione norme stranieri e colpita, con le generalità di cui al nominativo alias, da decreto di espulsione con accompagnamento immediato alla frontiera avvenuto in data 01.03.2018. Fermata da personale della Polizia locale di Brescia al parco “Benenson” di Via Milano mentre consumava bevande alcoliche, insieme ad altri cittadini extracomunitari. La stessa a seguito di riscontro AFIS veniva tratta in arresto per la violazione di cui all’art.13, comma13, D.Lgs 286/98 (reingresso senza la speciale Autorizzazione del Ministro dell’Interno), convalidato l’arresto e concesso N.O. all’espulsione, emesso un nuovo decreto di espulsione con accompagnamento presso  il CPR di Roma.

Trattenimento presso C.P.R.

D.C.T., nato in Senegal il 25.08.1966, in possesso di Carta di Identità senegalese in originale scaduta di validità. Soggetto al quale il Questore di Milano ha rigettato l’istanza volta ad ottenere il rinnovo del Permesso di Soggiorno per lavoro subordinato con Decreto emesso il 03.12.2015 a lui notificato il 13.07.2016 (con concessione di 15 giorni per abbandonare il TN). Fermato da personale Polizia di Stato in data 20.03.2019 a seguito di normale controllo, appurato lo stato di clandestinità, veniva colpito da Decreto di espulsione e Ordine del Questore di Brescia con il quale veniva intimato al soggetto di abbandonare il TN entro 7. In data 18.04.2019, a seguito di controllo autovettura da parte personale polizia di Stato e di riscontro AFIS, il soggetto veniva deferito il stato di libertà in quanto inottemperante al predetto Ordine del Questore di abbandonare il TN e successivamente munito di nuovo Decreto di espulsione eseguito con Decreto di trattenimento presso il CPR di Torino entrambi emessi il 18.04.2019

Trattenimento presso C.P.R. 19.04.2019

A.S. nato in Libia il 01.03.1993, sedicente (identificato da quest’Ufficio tramite il Consolato della Tunisia di Milano con le generalità di B.S. nato il 01.03.1990 in Tunisia), scarcerato per fine pena dalla Casa Circondariale di Brescia, poiché era detenuto per stupefacenti. A carico dello stesso risultano numerosi precedenti penali per reati sempre inerenti agli stupefacenti. Già colpito da altri provvedimenti di espulsione ai quali non ha mai ottemperato, notificato nuovo decreto di espulsione con trattenimento del Questore presso il CPR di Torino.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome