Rapina una donna e fugge: tunisino inseguito e incastrato dai testimoni

Il 36enne ha provato a reagire all'arresto con calci e pugni, ma è stato inutile. L'uomo è stato trasferito in carcere in attesa del giudizio

0
Carabinieri
Carabinieri

Un tunisino di 36 anni, senza documenti e senza fissa dimora, è stato arrestato dai dopo aver tentato di rapinare una donna cinese in via Corsica.

L’episodio è avvenuto a inizio settimana, intorno alle 21, sotto gli occhi di diversi testimoni. La vittima, una  37enne cinese, stava passeggiando quando è stata aggredita dall’uomo, intenzionato a strapparle la borsetta, ed è caduta a terra riportando diverse escoriazioni.

Il malvivente, con diversi precedenti, si è quindi dato alla fuga a piedi verso via Sechi, inseguito da alcuni passati a cui non ha esitato a mostrare un coltello per farli desistere. La sua corsa è terminata al parco Pescheto: l’uomo si è nascosto in un cespuglio, ma qualcuno l’ha notato e ha avvisato i carabinieri.

Il 36enne ha provato a reagire all’arresto con calci e pugni, ma è stato inutile. L’uomo è stato trasferito in carcere in attesa del giudizio.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome