Nucleo Ambiente, il prefetto: via ai controlli negli impianti di rifiuti

Si è tenuta oggi, presieduta dal Prefetto di Brescia Attilio Visconti, la prima riunione operativa del Nucleo Ambiente costituito nei giorni scorsi presso la Prefettura

0
Attilio Visconti, prefetto di Brescia
Attilio Visconti, prefetto di Brescia

Si è tenuta oggi, presieduta dal di Brescia Attilio Visconti, la prima riunione operativa del Nucleo Ambiente costituito nei giorni scorsi presso la .

Presenti i rappresentanti della della Repubblica di Brescia, delle Forze dell’Ordine, della Polizia Provinciale, dei , dell’A.R.P.A, dell’A.T.S, del Consiglio dei Sindaci Bresciani.

Il Prefetto di Brescia, nel rimarcare la necessità di iniziare repentinamente i controlli speditivi inizialmente presso gli impianti autorizzati di , ha organizzato tale attività affidandola a due gruppi speditivi:

  1. Il primo composta dall’Amministrazione Provinciale, dai Vigili del Fuoco e dal Comando Forestale, con il compito di effettuare controlli presso gli impianti autorizzati di rifiuti non soggetti ad A.I.A (Autorizzazione Integrata Ambientale)
  1. Il secondo composto dall’A.R.P.A, dall’Arma dei Carabinieri e dai Vigili del Fuoco, con il compito di effettuare controlli presso gli impianti autorizzati di rifiuti soggetti ad A.I.A (Autorizzazione Integrata Ambientale) con una scala di priorità

L’attività dei gruppi sarà coordinata dalla Prefettura nell’assoluto rispetto degli impegni di istituto di ciascun Ente e saranno svolti controlli a “sorpresa” presso i siti individuati dal Nucleo Ambiente, previa comunicazione all’A.G. per evitare ogni possibile intralcio con l’attività di competenza.

Al fine di allargare le disponibilità operative per incrementare sempre più i controlli il Prefetto ha comunicato che verranno a brevissimo organizzati corsi didattici per le Guardie ecologiche Volontarie e le Polizie Locali, volte all’apprendimento delle modalità di svolgimento dei controlli e all’acquisizione delle competenze in materia di segnalazioni del reato.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome